Flowrence Banner Sezione Speciale

Finisce con uno 0-0 la partita delle 15.00 fra Genoa e Fiorentina , risultato bugiardo per l’intensità , la cattiveria agonistica e le occasioni mostrate dai team, che fino all’ultimo minuto hanno cercato di vincerla. Primi venti minuti molto intensi per le due squadre che sfiorano il vantaggio con Pavoletti in un paio di circostanze per la squadra di casa e con Babacar per la squadra di Firenze con un tiro respinto sulla linea. Meglio il Genoa nei primi 45’ minuti , che cerca di passare nei minuti finali del primo tempo con Laxalt , prima con un colpo di testa e poi con una rasoiata dalla sinistra , bravo Tatarusanu a respingere.

 

Il secondo tempo inizia con Ilicic che cerca di sorprendere Perin con un tiro dall’angolo destro dell’area di rigore genoana , ma subito dopo arrivano le più grandi occasioni del Genoa con Suso che colpisce il palo ,con un sinistro da fuori area e con Pavoletti a tu per tu col il portiere gigliato. Dal 10’ della seconda frazione di gioco la Fiorentina si sveglia e sembra tornare ai livelli di gioco che tutti noi conosciamo ,grazie all’ingressi di T. Costa ex del match, al posto di un Ilicic abbastanza spento e con Kalinic al posto di Mauro Zarate, lanciato a sorpresa dal 1’ minuto da Sousa. Viola  pericolosa con la vivacità di Bernardeschi e con Babacar il cui tiro è respinto ottimamente dal portiere genoano con la complicità del difensore Ansaldi , il migliore del Genoa oggi, al 61’ contatto sospetto in area fra Burdisso e Kalinic , la panchina della fiorentina e l’attaccante croato chiedo il penalty ma per il direttore di gara dicde che si deve proseguire, intanto espulso Sousa perché stoppa un pallone ancora in gioco per affrettare i tempi di rimessa in gioco. Al 95’ la Fiorentina cerca di portare a casa i 3 punti con un gran sinistro di Alonso da fuori area ,ma Perin gli nega la gioia .
Ammonizioni pesanti in casa viola per Tino Costa e Roncaglia che salteranno la gara infrasettimanale di mercoledì contro il Carpi.