Il Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Firenze hanno dato esecuzione al provvedimento di sequestro in applicazione di una “misura di prevenzione patrimoniale” emessa dal Tribunale di Reggio Calabria, su “proposta” della locale Procura Distrettuale Antimafia.

 Obiettivo della Guardia di Finanza un gruppo di criminali di origine calabrese che negli ultimi tre anni ha operato  in trafficando e gestendo svariati quantitativi di cocaina provenienti dal Sudamerica. I suddetti criminali agivano in stretta collaborazione con un cartello della droga in azione in Colombia.

Le Fiamme Gialle hanno così scoperto e scovato più di 280 kg. di cocaina purissima, per un valore complessivo di quasi dieci milioni di euro. Sono stati inoltre arrestate 16 persone ritenute collegate a questi criminali ma che agivano nel Nord del nostro Paese e tutti risultati essere legati alle potenti famiglie di ‘ndragheta “Avignone – Viola – Zagari” e “Paviglianiti – Maesano”, originarie di Taurianova e San Lorenzo.

E’ stato scoperto così e ricostruito dalla Gdf un grosso patrimonio che era gestito dai suddetti criminali . Particolare attenzione ha destato una persona S.C. di Sant’Eufemia D’Aspromonte, destinatario di due distinte partite di cocaina dal complessivo peso di 250 kg provenienti dal Sudamerica e sequestrate nel corso di altrettante operazioni di polizia presso lo scalo portuale di Gioia Tauro.

I Finanzieri della Polizia Tributaria dopo una approfondita azione investigativa hanno trovato collegati alla persona precedentemente menzionata ben 10 immobili, 2 fabbricati, 6 terreni, 1 società e 2 conti correnti – per un valore complessivo stimato in oltre un milione di euro – per i quali il Tribunale di Reggio Calabria ha accordato l’emissione della misura di prevenzione patrimoniale nei confronti dell’uomo e dei suoi congiunti.

Un’operazione importante e non facile ma che ha reso possibile fermare una rete di malavita che agiva indisturbata tramite prestanome e familiari che potevano viste le notevoli cifre economiche in loro possesso agire e coordinare l’attività malavitosa.

Ancora una volta la preziosa azione delle nostre forze dell’ordine sul territorio ha sgominato un’altra banda atta a commettere atti illeciti su tutto il territorio Italiano.