Torna il sereno in casa viola, una bella Fiorentina batte la squadra di Di Francesco con un 3-1 che scaccia gli spettri facendo tornare la luce a Firenze dopo un periodo senza vincere di quasi due mesi. L’ultima vittoria risaliva al 21 Febbraio contro l’Atalanta a Bergamo.

Eppure la paura e l’indignazione nei volti dei tifosi viola si era vista quando a inizio secondo tempo, precisamente al minuto 55, Berardi pareggia dopo l’ennesimo errore della difesa viola, fatto che congela i fiorentini ma che darà una scossa alla squadra in campo nel seguire  dell’incontro . Fiorentina che parte subito bene a inizio primo tempo, Vecino spaventa Consigli dalla distanza, tiro a lato di poco.

Al 10’ Gonzalo Rodriguez sblocca la partita di testa  sugli sviluppi di un calcio da fermo, passano tre minuti e il tiro di Kalinic viene stoppato da Acerbi e deviato in corner, fiorentina pericolosa e Sassuolo inerme nei primi minuti venti minuti.

Al 29’ però occasionissima per il pareggio della squadra emiliana , Duncan serve Defrel tutto solo davanti a Tatarusanu che manda il pallone però inspiegabilmente alto sopra la traversa. Botta e risposta della viola che al 41’ getta con Kalinic l’occasione del doppio vantaggio.

Il Sassuolo pareggia dopo dieci minuti del fischio di inizio ripresa con Berardi lasciato colpevolmente libero di calciare dopo l’assist di Defrel; l’1-1 dura veramente poco perché Ilicic fa venire giù lo stadio sessanta secondi dopo con un goal al volo dal limite dell’ aria . Risultato arrotondato dalla papera di Consigli all’ 83’ dopo l’annullamento di un goal al subentrato Bernardeschi pochi minuti prima per posizione di off-side.

Ora la Fiorentina prima del big match di domenica prossima con la Juventus dovrà affrontare la delicata trasferta della Dacia Arena di Udine nel turno infrasettimanale di mercoledì alle ore 20.45. Guai a pensare già alla Juve , il quarto posto è a due punti,  solo uno vittoria in terra friulana potrà tenere ancorati gli obiettivi che contano e  permettere di giocare con maggiore serenità  e spensieratezza la sfida più sentita della stagione dai tifosi fiorentini.