Film girati a Firenze ce ne sono tantissimi, sappiamo che il capoluogo toscano offre un’atmosfera unica al mondo, ma ci sono alcuni film che più di tutti, rappresentano Firenze ed i fiorentini … Per quanto ci riguarda, questi 7 sono un buon inizio …Voi che ne pensate?

1 – Amici miei

Uscito nel 1975 il film di Monicelli, tra zingarate e supercazzole, è ancora oggi un must per ogni fiorentino. E nessuno ha mai dimenticato il conte Mascetti, Rambaldo Melandri , Giorgio Perozzi, Guido Necchi e Alfeo Sassaroli; cinque Peter Pan che non vogliano mai invecchiare ma continuano con i loro scherzi a schernire la vita che passa.

2 – Benvenuti a casa Gori

Alzi la mano chi non ha mai passato un pranzo di Natale come quello descritto da Alessandro Benvenuti, un film corale che rappresenta un po’ tutti i contrasti delle famiglie italiane che quasi sempre escono fuori proprio nel pranzo di Natale.

3 – Berlinguer ti voglio bene

Il film inizia con quattro bischeri che guardano un film porno per concludersi con Bozzone (Carlo Monni) che si innamora della mamma di Mario Cioni (Roberto Benigni) il tutto con lo sfondo del faccioni di Berlinguer usato come spaventa passeri.

4 – Il Ciclone

Il ciclone quando arriva, arriva. Incassa 75 miliardi di lire aggiudicando il record per la stagione 1996/1997 e permettendo a Vittorio Cecchi Gori (il produttore n.d.r) di far arrivare nelle file della Fiorentina il campione Edmundo.

5 – La notte di San Lorenzo

Vincitore del premio Grand Prix e quello della giuria ecumenica al 35° Festival di Cannes il nono film dei fratelli Taviani è un autentico affresco della campagna toscana che fa da sfondo ad uno dei tanti drammi della guerra. Il film si ispira alla drammatica Strage del Duomo di San Miniato causata di una granata sparata per errore dagli alleati (fino al 2004 si pensava che la responsabilità fosse dei Tedeschi,n.d.r)

6 – Paisà

Una delle massime vette del neorelismo italiano, girato con attori non protagonisti, il film racconta l’avanzata degli alleati in italia. L’episodio fiorentino racconta la storia di una giovane infermiera inglese in cerca del suo amato. Da sfondo, una Firenze bombardata che riesce sempre a trasmettere il fascino della culla del rinascimento.

7 – Io Chiara e lo Scuro

Prendi il Gambrinus (oggi Hard Rock Cafè, n.d.r) uno dei più bei locali fiorentini , uno dei massimi campioni internazionali di biliardo come Marcello Lotti, un po’ di fresca comicità toscana portata da Francesco Nuti ed il gioco è fatto, da una parodia de Lo Spaccone esce fuori uno dei più grandi omaggi italiani al biliardo.