L’attrice toscana, dopo il grande successo di “Don Matteo” nei panni della nipote del maresciallo Cecchini, torna al cinema con “All Roads Lead to Rome” a fianco di Sarah Jessica Parker, Claudia Cardinale e Raoul Bova

Nadir Caselli, una carriera fra moda, cinema e televisione. Un ingresso in una delle serie televisive più amate dagli italiani, “Don Matteo”, in cui hai incarnato perfettamente i panni di Lia, giovane sognatrice, a volte un po’ pazza, ma dal cuore grande e generoso, pronto ad amare l’uomo della sua vita.

Embed from Getty Images

Un’attrice autentica in grado di emozionarsi ed emozionare, ironica, umile, versatile, capace di far vivere a pieno ogni singolo dettaglio dei personaggi da lei interpretati.

Oltre ad un’innata eleganza e una grazia da passerella, Nadir gode di un’ottima capacità recitativa, raggiungendo con naturalezza e  profondità, una miriade di tonalità espressive.

Embed from Getty Images

Cara Nadir, innanzitutto grazie per questa chiacchierata. Devo ammettere di essere una tua fan per cui non sarò poi così obiettiva nell’intervistarti …

Grazie Sara, davvero !!!

Quest’anno,  è stata la tua seconda serie in “Don Matteo”: come sei riuscita ad integrarti nel cast e come ci si sente ad aver ereditato il ruolo da protagonista femminile, che comunque per lungo tempo, è stato interpretato da Pamela Saino.

Infatti, non è stato facile, non è così automatico come si possa pensare …  La prima serie di “Don Matteo” risale al 2000, per cui sono la bellezza di 16 anni che questo grande team, fra l’altro molto affiatato, lavora insieme. Oltretutto, si respirava un enorme affetto da parte del pubblico per Pamela Saino, del resto bravissima e bellissima interprete, che gli italiani hanno visto crescere all’interno di questa fiction. Sono comunque molto felice di essere entrata a far parte della serie e, sono altrettanto contenta, che Pamela abbia proseguito la sua carriera di attrice, nonostante avesse terminato il suo percorso in “Don Matteo”.

Embed from Getty Images

Secondo te, qual è stata la carta vincente del tuo personaggio ?

La prontezza con cui Lia è in grado di uscire dalle situazioni, ha delle caratteristiche molto simpatiche, molto spontanee … E’ un po’ pazzerella, si tira fuori dai guai a modo suo e si sa infilare benissimo allo stesso tempo.

Se per un momento fossi una delle sceneggiatrici di “Don Matteo”, che cosa prospetteresti per il futuro di Lia ?

Le farei fare un bel viaggio con la famiglia Tommasi, anche se la vedo un po’ troppo semplice come soluzione da parte degli sceneggiatori di “Don Matteo”. A mio avviso, se mai ci dovesse essere un seguito  della serie  (e a quanto pare ci sarà) non abbiamo all’oggi la certezza che ci saranno gli stessi protagonisti: partendo da me, dal capitano, ecc … Noi attori sappiamo sempre le cose all’ultimo momento, a ridosso delle riprese … Tuttavia, se fossi sceneggiatrice, mi inventerei senz’altro qualche nuovo scenario …

Il ritorno di Daniele alla carica per riconquistare Lia ?

Eh potrebbe essere … Chissà …

Embed from Getty Images

Oltre alla parentesi di “Don Matteo”, puoi anticiparci qualcosa sul tuo orizzonte lavorativo ?

Dovrebbe uscire a breve un film al cinema per una co-produzione americana-italiana-spagnola dal titolo “All Roads Lead to Rome” (“Tutte le strade portano a Roma”) che vedrà come protagonisti: Sarah Jessica Parker, Raoul Bova, Claudia Cardinale  – che interpreterà la madre di Raoul –  ed io che interpreterò la figlia (Valentina). E’ stata davvero una bellissima esperienza parlare ogni giorno inglese sul set …

Ascolta/Guarda l’intervista integrale a Nadir Caselli

——————————— RETTIFICA 20/05/16  —————————————–

Avvisiamo i nostri lettori che all’interno dell’intervista audio vi è un errore:

“LA MAMMA DELLA SIG.RA NADIR CASELLI E’ ITALIANA