Testarda, bellissima e bravissima, domani sul palco dell’ XL Day sale la dj che viene dal freddo ma che è in grado di scaldare i cuori di migliaia di persone

La chiamano la “furia siberiana”: i suoi dj set sono dei veri show dove balla e si scatena creando un vero spettacolo che va oltre il djing trascinando tutto il pubblico con la sua deep house e la sua voce leggera e virtuosa.

E’ magnetica Nina Kraviz, special guest che domani sera solcherà il palco del Visarno in occasione dell‘XL Day il primo evento “open air” di musica elettronica dell’Estate Fiorentina 2016, organizzato insieme al Tenax vero tempio della musica elettronica sia a livello nazionale che internazionale.

Una femme-fatale, che non ha peli sulla lingua, che già nel 2013 in un’intervista che l’accompagnava tra un djset e l’altro denunciava “la difficoltà per una donna di farsi strada in un mondo prettamente maschile dove si è giudicate per tutto”.

Il messaggio, fu così forte, da far partire critiche e polemiche nei confronti << dell’ ennesima ragazza che cerca di farsi strada con il suo sex-appeal invece che il talento >>.

Insomma, una ragazza che come un tornado era destinata e diventare un’eroina che con un post su Facebook pensò bene di rincarare la dose: << Basta con questo sessismo. A morte il sessismo e chi lo utilizza per mettere a tacere la creatività. Gli artisti devono essere se stessi. Genere, colore della pelle, scelte sessuali non devono interferire. Una parte dell’intervista è stata registrata in Bulgaria, in un party sulla spiaggia dove io suonavo. E sulla spiaggia, mi risulta che si stia in bikini. La scena della vasca da bagno? Beh, quel video doveva documentare la vita quotidiana di una dj, in consolle e non. E anche noi dj, qualche volta, ci laviamo … >>

Ex dentista, diviene dj seguendo la passione per la musica e diventando famosa al Propaganda di Mosca.

Nel giro di poco più di un anno, si impone come una delle nuove star del panorama internazionale musicale e, nel 2012, esce il suo primo disco  che contiene la hit planetaria “Ghetto Kraviz”.

Album, che mette in risalto la sua sensualissima voce e la sua spiccata predilezione per le sonorità deep-house; non mancano eleganti intervalli ambient che valorizzano il suo tocco, decisamente morbido e femminile.