Stasera con il “dietro le quinte” alle 23.00 e giovedì 9 Giugno, alle 21.25, con la proiezione vera e propria, andrà in onda il documentario di Alberto Angela “Stanotte a Firenze”, viaggio alla scoperta di una delle città più famose e visitate al mondo

Stanotte a Firenze” è una fusione, un’incredibile amalgama che lascia senza fiato, a bocca aperta.

Molti sono gli ingredienti fondamentali abilmente dosati ed utilizzati dal regista Gabriele Cipollitti: la potenza e l’innovazione dei mezzi della Rai; la voce, la narrazione, la passione di Alberto Angela che, come una calamita, cattura l’attenzione degli spettatori e li conduce per mano attraverso tutto il “viaggio”; ultimo, ma non per importanza, gli incredibili scenari che Firenze e tutti i suoi monumenti regalano a chiunque gli osserva.

20160606_100950

É un documentario, ma può essere considerato, come suggerito dal sindaco Dario Nardella durante la conferenza stampa –  organizzata eccezionalmente nella bellissima “sala degli Elementi” di Palazzo Vecchio  una “favola”.

Sempre il primo cittadino, ha esaltato il lavoro, l’ha promosso a pieni voti visto il modo in cui, con grande maestria, il direttore della fotografia, il regista e gli autori hanno superato le difficoltà e le trappole in cui questo lavoro poteva incappare.

Di fronte alla complessità e alla magnificenza di Firenze (e del suo patrimonio) e al poco tempo a disposizione, il documentario è riuscito a non cadere nella banalità, nella superficialità e a non annoiare il pubblico.

La prova di quanto detto era sotto gli occhi di tutti: durante la proiezione di quest’opera, gli studenti di alcune scuole fiorentine non hanno mai staccato gli occhi dallo schermo del cinema Odeon e hanno seguito con trasporto, la magnifica narrazione ed esposizione delle opere d’arte esposte: dalla storia, alla cultura della nostra città.

La Rai ha investito molto in questo progetto: sono state messe in campo le ultime tecnologie, le migliori che si possano trovare, come ad esempio le telecamere in altissima definizione (4K HDR). Inoltre, per poter girare questo documentario sono stati impiegati anche 3 droni ed un elicottero, senza contare il tempo speso per i sopralluoghi (circa 3 mesi) e i 30 giorni di riprese.

Oltre al magistrale Alberto Angela, che come sempre si conferma uno degli uomini di punta della Rai, se non addirittur a il migliore, quest’opera può contare la partecipazione di Andrea Bocelli, di Giancarlo Giannini e di tanti altri ospiti.

Il documentario, andrà  in onda Giovedì 9 giugno su Rai 1 in prima serata e non è consigliato solo alle persone che non abitano in città, ma anche agli stessi fiorentini che potranno così osservare con altri occhi Firenze: guardarla in un modo rivoluzionario e poter imparare cose che solo pochi sanno …