La Paella e’ tipicamente Valenciana ed e’ molto diffusa nella zona del Mar Mediterraneo e dell’America Latina.

L’origine di questo piatto si dice sia nettamente  campagonolo, infatti i campagnoli utilizzavano tutti gli ingredienti che avevano a disposizione.

La Paella come ben sappiamo e’ un piatto tipico spagnolo, proveniente dalla zona di Valencia.

Si dice che l’origine della parola Paella derivi dal latino patella che in italiano si puo’ tradurre con padella.

Questo strano nome deriva dal fatto che a Valencia per cucinare dei piatti a base di riso e spaghetti veniva utilizzata questa padella di ferro non profonda, munita di due manici.

Successivamente il nome e’ stato utilizzato per identificare quel piatto.

Per la preparazione della paella occorrono:

  • 460 g di coniglio dissossato
  • 150g di peperoni
  • 460 g di pollo
  • 200 g di fagioli
  • 200 g di fave
  • 200 ml di passata di pomodoro
  • 400 g di riso
  • Peperoncino dolce q.b
  • Sale e pepe q.b.
  • 2 bustine di zafferano
  • Olio extravergine di oliva
  • Paprika q.b
  • Vino bianco
  1. Tagliate in piccoli pezzi il pollo ed il coniglio e soffriggeteli in padella.
  2. Lasciate cuocere a fuoco basso per circa mezz’ora e se necessario sfumate con del vino bianco.
  3. Nel frattempo pulite e tagliate i peperoni ed aggiungeteli alla padella. Successivamente aggiungete anche i piselli.
  4. Aggiungete i fagioli, la paprika ed il peperoncino.
  5. Girate e mescolate il tutto.
  6. Adesso aggiungete il riso e fate cuocerlo a fuoco medio.
  7. Una volta cotto il riso aggiungete la passata di pomodoro e lasciate cuocere.
  8. E infine per finire salate e pepate.

Difficoltà: facile.

Tempo di preparazione:  1 ora e 10 minuti.

Buon appetito!