Con Pitti se ne va anche per quest’anno la settimana della moda Fiorentina. Per tutta la durata della kermesse si sono susseguiti party ed eventi. L’istallazione di Luisa via Roma ha permesso agli avventori di osservare la città da una visuale inedita.

Pitti si è concluso.

Mentre l’estate stenta ad arrivare, se ne va anche per quest’anno la settimana della moda Fiorentina. Se ne va, ma non senza lasciare nell’aria un po’ di quell’atmosfera che solo eventi di un certo calibro possono imprimere ad una città, come Firenze, che già gode di un fascino senza tempo.

La Fortezza da Basso si è prestata come sempre ad essere lo scenario ideale per questa manifestazione al contempo classica, ma originale. Uno sguardo al passato, ma un occhio puntato dritto sul futuro.

I molti brand hanno nel loro insieme dato vita ad un’offerta piuttosto ampia e variegata per interpretare al meglio il proprio outfit nell’anno che verrà.

Luisa via Roma.

Come sempre per tutta la durata della kermesse si sono susseguiti party ed eventi, culturali e non, nelle location più disparate. Da rimarcare è stata senz’altro l’istallazione di Luisa via Roma che ha permesso agli avventori di osservare la città da una visuale inedita. Per il progetto under water love è stata creata una struttura galleggiante. La pescaia di San Niccolò, dopo aver ospitato nella serata di apertura una cena di beneficenza, si è fatta vetrina di una serie di istallazioni di un certo impatto. Per quanto la cornice di fiorentina ed il riflesso argenteo della luna sull’acqua da quella prospettiva unica non fossero da meno.

Pitti 90 giunge così al termine. Ora che gli stand sono smontati la vita torna alla routine con la speranza che sempre più eventi di prestigio valorizzino l’immenso potenziale di Firenze. Anche se Firenze emana bellezza ovunque si posi lo sguardo sa essere eclettica in caso di necessità e prestarsi a meraviglia ad ospitare qualsiasi tipo di manifestazione senza mai sfigurare.