Come ogni anno, i “fochi” di San Giovanni sono l’attrazione più attesa della serata ma i festeggiamenti cominceranno già dalla mattina con la consegna dei Ceri e delle Croci da parte del corteo storico, della Repubblica Fiorentina, al sindaco Dario Nardella e all’Arcivescovo di Firenze Giuseppe Betori

Tutti gli eventi della giornata di San Giovanni.

Alle 8:30, il Corteo storico della Repubblica Fiorentina, si dirigerà verso piazza Duomo e piazza della Signoria per omaggiare il primo cittadino; dopo di ché si recherà al Battistero, in piazza San Giovanni, per la consegna dei Ceri.

Alle 14:30, le celebrazioni continueranno nel Salone dei Cinquecento a Palazzo Vecchio con il conferimento del “Fiorino d’Oro della città di Firenze” da parte di Dario Nardella ai cittadini più meritevoli, quest’anno saranno omaggiati: Massimo Inguscio (presidente del Cnr), Josep Weiler (presidente dell’Istituto universitario europeo), l’Associazione antiviolenza Artemisia, l’Associazione Scout Agesci di Firenze, Wanny Di Filippo (fondatore e designer de “Il Bisonte”), Sylvano Bussotti (artista) e infine i familiari di Alessia Ballini, consigliera regionale del Pd scomparsa qualche anno fa.

Alle 16:00,  vi sarà una meravigliosa sfilata, di figuranti e calcianti in costumi storici, che precederà l’attesissimo torneo del Calcio Storico Fiorentino.

Alle 17:00, in piazza Santa Croce si disputerà la finale del Torneo di San Giovanni: si sfideranno all’ultimo duello i Bianchi di Santo Spirito e gli Azzurri di Santa Croce.

Calcio_Storico_partita_1Alle 20:30, si allieterà la serata a suon di musica, grazie al concerto de “La Fanfara” dell’Arma dei Carabinieri che si terrà presso il Lungarno della Zecca Vecchia.

13346877_1051337461570762_3377032704940530909_n

Alle ore 22:00, la festa del patrono non poteva che concludersi con i “fochi” di San Giovanni esplosi dal Piazzale Michelangelo: un panorama incantevole sulle rive dell’Arno che potrà essere ammirato da diversi punti della città.

Piazzale_Michelangelo_al_tramonto

Origini della Festa di San Giovanni

La festa del patrono fiorentino, risale ai tempi della dominazione longobarda: dal VI-VII secolo, San Giovanni Battista ne divenne il protettore ma solo dopo l’XI secolo, Firenze cominciò a festeggiarne la sua memoria.

Fu scelto proprio San Giovanni per la chiarezza e la brevità dei suoi insegnamenti ma anche per la sua personalità, descritta come coraggiosa e battagliera.

Grazie alla celebrazione del patrono, il Battistero di San Giovanni e Piazza Duomo, diventarono il cuore della vita religiosa e politica della città.

Fra la cattedrale di Firenze e il Battistero, veniva stesa a dodici metri d’altezza una grande tela denominata “cielo”, da cui prendeva avvio la processione che attraversava le principali vie della città; difatti proprio davanti al Battistero che il 24 Giugno terminano i festeggiamenti del nostro protettore.

In origine, i festeggiamenti si concludevano con un enorme cero che veniva trasportato da piazza Signoria fino al Battistero.

La festa di San Giovanni ai giorni nostri

Fin dal Medioevo ad oggi, il 24  Giugno, è sempre stata una giornata ricca di festeggiamenti per tutta Firenze e naturalmente per i fiorentini.

Tutt’oggi, le celebrazioni iniziano con la Santa Messa in suffragio dei fiorentini defunti dell’anno, continuando con rievocazioni storiche, l’offerta del cero e la finale del calcio in costume e con lo spettacolo dei fochi d’artificio esplosi da Piazzale Michelangelo.

La mattina del 24 Giugno, ci sarà il corteo storico che toccherà Palazzo Vecchio, Piazza della Signoria e Piazza Duomo, con il Gonfalone di Firenze e i vessilli, scortati dai Valletti e dagli uomini d’Arme.

Lo speciale spettacolo dei “fochi” di San Giovanni, è consigliabile vederlo dal di Ponte Santa Trinita in quanto il Ponte Vecchio, illuminato dai fuochi, regalerà ai propri spettatori uno show ricco di luci e di forme.

Fireworks_over_Ponte_Vecchio

Come ogni anno, sono messi a disposizione dei kit pic-nic a pagamento per vedere i fuochi e mangiare sotto il cielo estivo di Firenze.

Tra le location da cui ammirare i fuochi ci sarà anche il Camminamento di Ronda di Palazzo Vecchio, accessibile prenotandosi ai numeri 055/2768224 055/2768558 o via mail a info@muse.comune.fi.it, al costo di 50,00 euro a persona. Il ricavato sarà devoluto alla Fondazione Angeli del Bello