Il Volo conquista Firenze con la benedizione di Placido Domingo

Placido Domingo e Piero Barone - Foto di Davide BiscontiPalcido Domingo e il Volo - Foto di Davide BiscontiPalcido Domingo - Foto di Davide BiscontiPiero Barone - Foto di Davide BiscontiGianluca Ginoble - Foto di Davide BiscontiIgnazio Boschetto - Foto di Davide Bisconti

Ovazione per “una notte magica” il concerto del trio italiano che ha scelto Firenze per omaggiare i tre Tenori Domingo, Carreras e Pavarotti.

Sullo sfondo del tempio dell’italiche glorie Piero, Ignazio e Gianluca hanno conquistato il pubblico proponendo un giusto mix di arie d’opera, canzoni napoletani, colonne sonore e addirittura un Adeste Fidelis (il dvd registrato ieri sera uscirà sotto Natale) che anche se fuori stagione conserva sempre un certo fascino mistico.

In platea anche Nicoletta Braschi ex moglie di Luciano Pavarotti ed il Sindaco Dario Nardella che da buon violinista ha saputo apprezzare la capacità vocali dei tre giovani ragazzi anche se come ha precisato il Maestro Placido Domingo «Belle voci, ma non sono cantanti d’opera»  le differenze con i Tre Tenori ci sono e si sentono «Noi siamo nati in una notte, loro lavorano già da qualche anno».

Quello che però colpisce tutti come ha più volte ricordato Domingo è la volontà di buttarsi in un settore musicale più arduo invece di lanciarsi nella musica Pop come dichiarato alle colonne del Corriere della Sera:

«Ogni artista viene creato dal pubblico. È il pubblico che sceglie. Loro sono simpatici, hanno belle voci. Ma non sono cantanti d’opera, anche se nel loro repertorio di musical e canzoni hanno aggiunto delle arie. Potevano fare una carriera pop, diversa, invece hanno deciso di ispirarsi a noi tre, avevamo già oltre venticinque anni di carriera ciascuno quando ci siamo esibiti in trio. La nostra esperienza insieme è stata unica. Ma questi tre ragazzi non sono nati in una notte, lavorano già da qualche anno. E l’opera è un mondo importante ma piccolo, tutto ciò che può allargarne i confini ben venga. Andrebbe aumentata l’educazione musicale nelle scuole»

Una precisazione quindi, quella di Palcido Domingo, che evidenzia la differenza  tra il trio dei giovani e quello delle meraviglie, c’ è da ricordare che quando Domingo, Pavarotti e Carreras si sono esibiti insieme nel 1990 a Caracalla sullo sfondo dei mondiali di calcio avevano circa 30 anni di carriera alle spalle.  Piero, Ignazio e Gianluca sono però simpatici e giovani, chissà se fra 20 anni loro saranno il nuovo trio della meraviglie, un trio tutto made in italy.

Conferenza Stampa per la presentazione di “Una Notte Magica – Tributo ai Tre Tenori”

26 anni fa in “UNA NOTTE MAGICA” a Roma Jose’ Carreras, Placido Domingo e Luciano Pavarotti, cantarono insieme  in uno dei templi più suggestivi dell’Opera, Il teatro delle terme di Caracalla a Roma creando quello che rimane il più grande evento musicale del secolo: I TRE TENORI.

A 26 anni da quel concerto irripetibile Il VOLO, reduce dai successi di una lunga tournee internazionale, ha pensato di ricordare quell’atmosfera e quell’emozione a chi l’ha vissuta e farla riscoprire al pubblico più giovane tramite un tributo ai tre incomparabili tenori dei tre giovani artisti che a loro si sono ispirati.