All’Anfiteatro delle Cascine a Firenze Daniele Silvestri inaugura l’Acrobati Summer Tour. L’artista con il brano “Pochi Giorni” punta al tormentore dell’estate.

Daniele Silvestri a Firenze.

Sabato 9 Luglio dall’Anfiteatro delle Cascine di Firenze partirà ufficialmente l”Acrobati Summer Tour”. Artista protagonista dell’evento sarà Daniele Silvestri che dai teatri passa ai grandi spazi all’aperto. La serata partirà alle ore 21. E’ possibile acquistare i biglietti al costo di 25€ in prevendita su www.boxol.it tel. 055 210804, www.ticketone.it tel. 892 101 –  info tel. 055.218647 – www.lndf.itwww.otrlive.it.

Silvestri con il brano “Pochi Giorni” uscito in radio nelle ultime settimane punta a diventare l’artista dell’estate. Tra i suoi recenti successi ricordiamo anche “Quali alibi” e “Acrobati”. Nel suo ultimo album “Acrobati” che è il cuore del tour Silvestri spazia dal rock al funky, dalla canzone d’autore all’elettronica. Con la grazia e la sensibilità di sempre. Tracce che ritroviamo in questo Summer Tour insieme ai cavalli di battaglia del passato.

Le parole di Daniele.

“Il tempo è relativo – racconta Daniele – e chi non sa stare da solo non lo sa far passare. Soprattutto quando è acceso dalla passione, o – peggio – dalla gelosia. Pochi giorni allora possono sembrare un’eternità… e viceversa. Un unico giro di accordi dall’inizio alla fine, nel pezzo apparentemente più semplice e solare del disco, che in realtà è quello che vede coinvolti più musicisti in assoluto. Anche se non sembra. Il lusso di avere dei cori cantati da Diodato, e dei fiati suonati da Roy Paci e Mauro Ottolini, per un brano venuto di getto e suonato ridendo, che tra la mia scrittura iniziale, la registrazione e poi la realizzazione finale, ha richiesto – ci credereste? – giusto giusto pochi giorni”.

La band

Ad affiancarlo sul palco è la sua acrobatica band: Piero Monterisi alla batteria, Gianluca Misiti e Duilio Galioto alle tastiere, Gabriele Lazzarotti al basso, Sebastiano De Gennaro alle percussioni e al vibrafono, Daniele Fiaschi alle chitarre e Marco Santoro ai fiati.