Malika Ayane aprirà la prima edizione del Musart Festival Firenze. La cantante della fantastica versione di “Volare”, colonna sonora della pubblicità Alitalia, si racconta tra impegni presenti e futuri, con un sogno nel cassetto: il cinema.

Malika Ayane e l’apertura del Musart Festival

Sarà la voce inconfondibile di Malika Ayane ad aprire martedì 19 luglio la prima edizione del Musart Festival Firenze, rassegna in cui si uniranno insieme arte e musica.
La cantante si racconta alla stampa, nella splendida cornice della “Caffetteria del Verone”, in piazza Santissima Annunziata, dopo un anno da record, nel quale il suo Naif Tour ha fatto la cifra straordinaria di ben 31 sold-out. Dodici mesi inoltre che hanno segnato la sua inarrestabile scalata alle classifiche nazionali con successi quali “Senza fare sul serio” e “Adesso e qui (Nostalgico presente)”.

Malika e Firenze

Quando gli viene chiesto di parlare del suo rapporto con la nostra città, ci racconta che, ogni qualvolta viene a Firenze, non può fare a meno di trasformarsi in una “turista giapponese”.
“Per quanto dopo un concerto si possa fare tardi, la mattina successiva è impossibile alzarsi dopo le 8 perché ci sono un sacco di cose da vedere.

Dopo l’ultimo concerto qui a Firenze, abbiamo passato, insieme alla ciurma, tutta la mattina per musei. E’ naturale trasformarsi in turisti  non appena si esce dall’hotel in centro. Forse voi siete abituati, perché siete di qui, ma è una cosa pazzesca, incantevole“.

Embed from Getty Images

Malika e il Musart Festival

Per l’occasione del Musart Festival, Malika Ayane non sarà accompagnata solo dalla band che la segue fin dal primo disco ma anche da una sezioni di fiati, un trio che si fa chiamare “Il Comitato”. Sono tutti strumentisti di altissimo livello, con una carriera importante, che hanno suonato e suonano con tutti i nomi più importanti sia nazionali che internazionali. Ci sarà inoltre anche Daniele Di Gregorio,  un grande percussionista che collabora anche con Paolo Conte.
Per questa sessione estiva inoltre, a differenza di quella invernale, farà parte dell’organico anche il violinista, Daniele Parziani, uno dei giovani direttori d’orchestra più quotati del nostro tempo.
Malika Ayane  si augura quindi che il concerto possa piacere al pubblico fiorentino come per fortuna è sempre successo fino ad adesso.

Link al sito del Musart Festival: www.bitconcerti.it/festival-musart-firenze

Malika e il cinema

Al termine della conferenza stampa vi è stato il tempo per parlare della nuova esperienza che la cantante si appresta a vivere, ossia portare in scena il musical “Evita”.
«Ho sempre detto di voler fare musical, ho lanciato appelli a mezzo stampa senza ritegno. Anzi ho sempre detto cinema e musical, datemi (rivolta ai giornalisti in sala, n.d.r.) quindi una mano a trovare dei registi disponibili mentre io imparo a fare bene un musical (ride, n.d.r.).

Un giorno poi, Massimo Piparo, direttore del teatro Sistina, ha letto il mio appello e dato che aveva in programma da tempo di provare a portare “Evita” in Italia, in italiano ha pensato di chiamarmi e di coinvolgermi in questo progetto.
Io chiaramente ho fatto finta di pensarci (ride, n.d.r.). Adesso però devo studiare perché questo spettacolo teatrale musicalmente è un’impresa difficilissima. Sto prendendo per questo lezioni di canto e mi faccio bacchettare dalla maestra. Questa è una bellissima occasione perché mi concede la possibilità di mettermi in discussione. Provare ad uscire dai propri panni per provare qualcosa di nuovo, per crescere, è un’esperienza che dovrebbero fare tutti.»