Con l’arrivo della crisi, molti cittadini hanno optato per coltivare degli orti urbani. Questa esigenza nasce dal voler risparmiare e dallo scoprire uno stile di vita sano che oramai rischiava di esser perso. Ecco 10 progetti innovativi che vengono da diverse parti del globo.

Orti urbani o supermercato?

A molti consumatori piace l’idea di comprare al supermercato. Dopo tutto, questo potrebbe dire avere prodotti freschi, sani, aiutare l’economia di un posto e talvolta poter avere la possibilita’ di avere contatti coi produttori. Questi prodotti pero’ non hanno sempre una percentuale di emissioni di carbonio basse, anzi.

Pochi di noi purtroppo hanno la possibilita’ di partecipare alle attivita’ che incentivano l’alimentazione sana a causa del tempo che abbiamo a disposizione o per molti altri  fattori.

Comunque vada, mentre questi movimenti che incentivano l’alimentazione crescono di pari passo, gli imprenditori cercano di inventare e ricreare nuovi metodi per rendere l’agricoltura urbana parte della nostra vita quotidiana.

Ecco i 10 progetti piu’ interessanti che sono stati proposti :

Londra, Regno Unito

Il GrowUp Box, e’ un progetto portato avanti da Kate Hofman e Tom Webster dando cosi’ un  nuovo significato al termine lunch box (scatola del pranzo).

Loro dentro una cassa di vetro alta 20 piedi hanno posizionato in fondo dei serbatoi con dei pesci garantendo cosi’ anche la crescita dei pesci. Nella parte di sopra invece vengono posizionate in colonne verticali le piante.

Cosi’ facendo l’acqua dei pesci insieme ai loro bisogni viene trasportato tramite le colonne e finisce come concime per le piante.

Sono gia’ le molte richieste di Box in vetro. Molta gente si e’ dimostrata  molto interessata a questo innovativo  tipo di orto.

Seattle, Washington, USA

Inaugurato in primavera del 2014, il Beacon Food Forest  di Seattle e’ diventato nel giro di poco da pezzo di terra pubblico a giardino pubblico forestale.

I cittadini vanno li’ per vedere la frutta e gli alberi che sono li’ piantati.

Lo scopo di tale progetto e’ quello di imitare un ecosistema naturale.

Tokyo, Giappone

Presso la sede di Pasona Group a Tokyo, la societa’ ha deciso di impiantare pomodori ed erbe fraganti appese presso i soffitti delle sale riunioni ed una risaia in mezzo alla hall.

Lo scopo di questo progetto e’ quello di rilassare i dipendenti, incentivare la creativita’ dei dipendenti e sensibilizzarli al rispetto del medio ambiente.

A seguito, i prodotti coltivati vengono poi serviti nella mensa.

North Carolina, USA

Benjamin Greene, ha voluto ripercorrerere insieme alla sua Farmery il viaggio che va dall’orto fino ai supermercati.

La fattoria conta con il piano spesa al piano inferiore e l’orto con i prodotti coltivati si trova al piano superiore.

Sky Greens, Area di Lim Chu Kang, Singapore.

In un paese come il Singapore in cui manca lo spazio per l’agricoltura, l’imprenditore Jack Ng ha pensato bene di creare il sistema Sky Greens

E’ una specie di grattacielo sulla quale vengono impiantate lattughe, spinaci ed altri vegetali asiatici. L’apparecchiatura conta con circa 32 vassoi sui quali vengono impiantate le verdure. Questi vassoi sono rotatori che ruotano lentamente in modo da ricevere abbastanza luce solare.

Brooklyn, New York

Il Brooklyn Grange occupa circa due acri e mezzo di spazio coltivato impostati sul tetto di un paio di uffici.

Dal raccolto si ottengono piu’ di 50,000 libbre di cibo ogni anno e viene successivamente venduto in diversi supermercati.

Questo “orto” riesce ad assorbire annualmente piu’ di 1 milione di litri di acqua piovana, evitando cosi’ di dover essere annaffiato continuamente, sovraccaricando cosi’ gli acquedotti NewYorkesi.

SAO PAOLO, Brasile

L’imprenditore nonche’ tecnico agricolo Marcos Victorino, come parte della sua ricerca ha iniziato a creare questa innovativa forma di coltivazione. Egli infatti ha cercato di creare in dei tetti, balconi ed aree pavimentate della citta’ dei piccoli orti.

Queste porzioni di terra (anche quelle che si trovano sui tetti ), sono accessibili anche ai bambini e alle persone aventi handicap.

Berlino, Germania

A Berlino il Prinzessinnengarten e’ un orto urbano che si trova alle porte dell ex muro di Berlino.

In una zona a dir poco degradata e tralasciata si trova infatti quest orto urbano.

Le recinsioni sono ricoperte da vigneti e da verdure che crescono nei dintorni.

Tutti questi prodotti vengono messi in dei contenitori Tetra Pak, in modo da poterne successivamente reciclarne i contenuti.

Minnesota, USA

Situata in un’ex fabbrica di birra, la Urban Organics offre e rifornisce di insalata e pesci negozi alimentari e ristoranti.

La particolarita’ di questo progetto e’ che usano solo il 2 % delle acque convenzionali.

Montreal, Canada

A Montreal invece troviamo la Lufa il cui obbiettivo e’ quello di creare un sistema locale del cibo.

Anche in questo caso troviamo delle piantagioni sui tetti dei palazzi in cui pero’ si riesce ad impiantare melanzane, peperoni, erbe aromatiche e verdure che successivamente verranno mischiati ad altri prodotti come pasta fresca, impasto per pane o cioccolato fondente in modo da poter rifornire piu’ di 4000 clienti ogni settimana

Articolo tradotto da The Guardian.