Le Donazioni di Sangue sono in calo ma non è allarmante. Toscana sempre leader. Ecco alcuni consigli per tornare ai livelli del 2014.

Le donazioni di Sangue in calo

Anche la Toscana segue il trend negativo nazionale sulle donazioni di sangue. Quasi due punti percentuali in meno rispetto lo stesso periodo di due anni fa. Un dato che non deve destare allarme visto la virtuosità in questo settore dei cittadini toscani, ma che deve servire da input per tornare ai livelli del 2014 se non addirittura migliorarli.

Il sistema trasfusionale Toscano, come dice lo stesso assessore alla sanità della regione Stefania Saccardi, rappresenta un fiore all’ occhiello nel panorama nazionale con oltre 200.000 donazioni l’anno effettuate da oltre 160.000 donatori.

Molte sono state le iniziative della Regione Toscana per promuovere questo delicato settore, la più nota è stata quella del 16 maggio scorso ” per vincere bisogna dare il sangue” che ha avuto come testimonial della campagna, giocatori di squadre sportive toscane allo scopo di sensibilizzare soprattutto i giovani a compiere questo gesto, soprattutto nei mesi estivi dove il bisogno di sangue è maggiore.

Anche nella stessa giornata mondiale della ” donazione del sangue” dello scorso 14 giugno la stessa Saccardi, recatasi al centro trasfusionale dell’ ospedale pediatrico Meyer per donare il sangue, ha invitato tutti i cittadini toscani a compiere questo benevolo gesto. Semplice, ma di grandissima importanza per salvare migliaia di vite.

In Italia si stima che vi sia bisogno di 40 unità di sangue l’anno ogni 1000 persone, quindi 2 400 000. Nel 2000 la nostra Italia ha raggiunto l’ autosufficienza a livello nazionale. Molti di noi possono donare, stando a condizioni sane di salute, più di una volta l’anno e sempre molti di noi nella vita ( almeno una volta) potrebbe averne necessità.

Chi può donare?

  • avere un’età compresa tra 18 e 65 anni
  • pesare almeno 50 kg
  • essere ritenuto in stato di buona salute da un medico trasfusionista
  • avere con sé un documento di identità e la tessera sanitaria
Intervalli fra donazioni

Il donatore abituale o periodico è la persona che dona ad intervalli regolari, mai  superiori ai 24 mesi. Regione Toscana sostiene la presenza dei donatori abituali. La scelta di donare in maniera periodica è una scelta importante per se stessi e per gli altri.
Il donatore periodico infatti è informato e consapevole, e inoltre può monitorare il proprio stato di salute.

Perchè donare? 

Il sangue e i suoi componenti  sono indispensabili alla vita, essenziali nei servizi di primo soccorso, fondamentali per moltissime terapie tra le quali quelle oncologiche, necessari in chirurgia e nei trapianti.