Oggi come ogni anno , torna, in occasione del 10 agosto, la festa di San Lorenzo. La consueta festa della tradizione fiorentina volta a ricordare il legame fra la città e la prima chiesa consacrata nel centro del capoluogo toscano nel lontano 393 d.c. da Sant’Ambrogio

La festa fu istituita con l’insediarsi della famiglia Medici nel quartiere dove ha sede la basilica, ad essa unirono alla una cappella dove sono sepolti i personaggi più noti della dinastia, due su tutti Cosimo ed Elettrice Palatina.

Cocomero e lasagne

Questa celebrazione per Firenze è un occasione di aggregazione della comunità ed avrà luogo la consueta distribuzione di cocomero e lasagne in Piazza San Lorenzo. La giornata inizia alle 9.45 con la partenza del corteo della Repubblica fiorentina dal Palagio di Parte Guelfa verso Palazzo Vecchio. Intorno alle 10.30 ai figuranti, in abiti storici, si uniranno il sindaco Dario Nardella e il gonfalone della città . Il corteo proseguirà verso la Chiesa di San Lorenzo dove il cardinale Betori celebrerà la messa. Le 18 coincidono con l’inizio della seconda parte della festa popolare fiorentina con i vespri. Alle 20 la musica della Filarmonica Benelli di Vergaio , sul sagrato della basilica ci accompagnerà fino alle 22 dove, come sopracitato avverrà la distribuzione di lasagne al sugo , cocomero yogurt e panna montata.

Raccolta fondi per il restauro del campanile

In occasione di tale festa sarà possibile raccogliere fondi per il restauro del campanile della basilica, tramite la vendita di una maglietta con l’immagine della basilica di San Lorenzo ideata da un’esercizio commerciale della piazza.

Il presidente del quartiere 1 Sguanci, fra gli organizzatori della giornata , ringrazia gli esercizi e tutti coloro che hanno permesso la realizzazione di essa, non dimenticando il priore Don Marco.

Una lunga giornata testimonierà la tradizione popolare fiorentina che non va a scomparire nella notte dei desideri delle stelle cadenti.