Uno spray al peperoncino che serve a niente. E’ questa la dotazione della Polizia Municipale? Un problema da risolvere prima che altri vigili siano feriti.

Due viglisse aggredite

Un normalissimo invito finito in tragedia. Venerdì intorno a mezzogiorno due vigilisse invitano ad alzarsi un extracomunitario che dorme a volto coperto sul prato alla stazione. La reazione ha dell’assurdo ma forse oggi, a Firenze, non c’è più da stupirsi di nulla. L’uomo si alza e minaccia le vigilesse «Ti conosco, ti conosco.» facendo il gesto della pistola fatto con le mani.

Le agenti chiedono i documenti all’uomo e la situazione degenera. L’extracomunitario, originario del Gambia, 28 anni, già conosciuto alle forze dell’ordine, risponde con calci e pugni. Un’agente rimane ferita. L’uomo è stato poi arrestato. L’episodio ha riaperto la polemica sulla dotazioni della polizia municipale.

Le dotazioni della Polizia Municipale

I sindacati di Polizia Locale di Firenze sono sull’attenti per denunciare l’inefficienza delle dotazioni  di spray al peperoncino. Sulla stessa onda anche il consigliere Jacopo Cellai di Forza Italia che propone: «Sull’esempio di quanto fatto in altre città italiane dotiamo i nostri vigili di sfollagente.

I nostri vigili hanno la pistola, che possono utilizzare solo per legittima difesa, se minacciati da armi da fuoco. Lo sfollagente si rivelerebbe invece utile proprio nella maggioranza dei casi di aggressione, quando vigili e vigilesse si trovano a doversi difendere da spintoni e botte.»

La risposta da parte della Giunta Nardella è immediatata. L’assessore alla Polizia Municipale, Federico Gianassi, risponde per punti:

  • «Ai sindacati ricordo che a seguito delle recenti segnalazioni proprio da parte loro sulla non costante affidabilità dello strumento è già in corso la procedura di acquisto di una nuova fornitura.
  • Al consigliere Cellai che invece suggerisce di dotarsi di un “minimanganello” – conclude l’assessore – segnalo che la questione non è mai stata posta nei confronti tenuti tra comando e rappresentanti dei lavoratori.»

Un tragico episodio che fa emergere la criticità del corpo di Polizia che è il più vicino ai cittadini. Il Comune di Firenze, e in particolare la Giunta Nardella non può considerare la municipale un Corpo di Polizia di Serie B. L’impegno annunciato è importante ma adesso deve essere mantenuto. Aspettiamo la discussione sul minimanganello e l’arrivo della nuova fornitura.