Quando si parla di gelato e di scegliere la propria top ten delle gelaterie, immancabilmente si apre una discussione infinita tra i partecipanti. Credo che non queste discussioni accadano a qualsiasi livello sociale e a qualunque età, perchè tanto qualcuno troverà qualcosa da contestare

Queste sono le mie personali scelte… che sacrificio immenso è stato provare tutti questi gusti. Le mie papille gustative hanno festeggiato per giorni, ma la bilancia no. Amen!

 Ci sono gelaterie storiche come Vivoli, il gelato che per me resta sempre uno tra i migliori anche se le coppette sono veramente piccole per 3,50€, da alcuni vengono ritenute in declino, surclassate da guru del marketing come Grom, catena nazionale che si è mossa bene a livello di comunicazione, e divide a metà l’opinione: chi lo ama e chi invece lo stronca. Grom è in oltre 35 città, fra le quali anche New York e Tokyo, e anche se usa prodotti bio, di stagione e lavori in modo artigianale, fa scappare i puristi del gelato perchè il centro di produzione dal quale viene spedita la “miscela pastorizzata” ai vari punti vendita (rispettando la catena del freddo) è vicino a Torino, una volta giunta a destinazione viene lavorata localmente e trasformata in gelato. Senza tanti giri di parole possiamo definire questa catena a tutti gli effetti un  franchising del gelato!

Pero’ vuoi mettere un Carapina che ha il laboratorio lì dietro? o un Mordilatte che ha addirittura la finestra visibile, così puoi verificare che lo facciano davvero davanti ai tuoi occhi? Le materie prime sono eccelse e sempre di stagione, quindi cambiano spesso. Il latte e i vari componenti sono genuini e non vengono aggiunte polveri o miscele. Inoltre l’ideatore, Simone Bonini, ha intrapreso una strada nuova nel gusto: creare gelati salati che possono essere degustati durante i pasti.

Comunque, la scelta della gelateria per eccellenza riguarda i fiorentini, perchè girovagando per il centro di Firenze ho notato un po’ inorridita quanto i turisti stranieri a tutto questo non fanno attenzione: sudati e stravolti dalle meraviglie di Firenze, si fermano in posti improbabili accanto a Ponte Vecchio, emozionati nelle vedere montagne colorate di gelato che sfidano la gravità, su mega coppette o coni da almeno 8 euro l’uno!

Quando l’occhio esige più del gusto… accadono dei misteri nella mente umana!

  • Badianiin viale dei Mille. Solo e solamente per gustare senza fine il Buontalenti. Sebbene è nota la poca gentilezza dei gestori, è una delle gelaterie più amate perchè sinonimo di garantita qualità. Ottimo il pistacchio. Inoltre ha dei tavoli all’aperto e al chiuso e questo non dispiace. Resta è aperta fino a tardi.

 

  • Gelateria de’ Medici,in via dello Statuto. I gusti a base di cioccolato, come quello al cioccolato e arancia o in altre varianti sono quelli che risultano i più scelti. I sorbetti alla frutta, reperibili sia al banco oppure, nel caso di quelli più esotici, serviti direttamente dentro ai frutti originali sono invitanti. Sono aperti quasi sempre, anche fino a tardi.

 

  • Carapina, ha due attività una in piazza Oberdan e una in via Lambertesca (vicino a Ponte Vecchio). Tutto artigianale e con prodotti di stagione di alta qualità. In estate non si può non provare un gelato alla menta e primo latte e in inverno… c’è l’imbarazzo della scelta! Il caffè è da provare, sembra di bere un espresso napoletano. O la Crema dell’Artusi.. meraviglia! Inoltre il Laboratorio è a vista. Fashion!

 

  • Il Sorriso, in viale Europa. Da scegliere per le porzioni abbondanti, la varietà di gusti e per la pinolata. Buone anche le torte gelato chiamate “nutellone”. Consigliatissime!

 

  • Perché no? (via dei Tavolini) perchè è in centro pieno. Il nome di per sè spiega la filosofia che “un buon gelato ci sta sempre bene”! Fanno gelati dal 1939, lo realizzano con ingredienti completamente naturali, offrendo anche opzioni vegane e di soia. Il loro gelato al caffè croccante è davvero speciale! Inoltre, viene presentato quotidianamente il “gusto speciale del giorno”: rose e zuppa inglese,  allo zenzero cheesecake, torta di mele e tè verde… vi viene voglia di farci il solco!

 

  • Non solo gelato,in via Panciatichi (zona Firenze Nova), la scelta non è infinita ma i prezzi sono onesti e il gusto ottimo. Il gusto “gianduione” è indescrivibile! Il locale è piccolo ma semplice e pulito, tutto in legno recuperato. La zona yogurt amplia la scelta. Possibilitá anche di acquistare torte gelato e non solo.
    Il personale è molto gentile e la possibilità di parcheggio incentivano la scelta.

 

  • La Carraia proprio davanti al Ponte della Carraia, ha sempre la fila. Il cono più piccolo parte da 1€ e ci si può benissimo mixare due gusti. Le creme e le cioccolate sono ottime proprio perchè cremose, i gusti alla frutta variano. Il mio preferito è After eight -cioccolato e menta. Inoltre anche la vetrina e l’arredamento dell’interno è veramente carino e originale. Aperto sempre.

Ora tocca a voi, gustare un buon gelato e creare la vostra top ten. Avanti… Apriamo il dibattito!