Da Firenze sono partite numerose squadre per aiutare i terremotati di Rieti. Si stanno organizzando anche raccolte fondi, generi alimentari e sangue. Ecco cosa fare.

Il terremoto

Le scosse di ieri notte nel reatino e nelle Marche sono una vera e propria tragedia per il nostro paese. I numerosi mezzi di soccorso sono a lavoro dalle prime ore del mattino. Anche dalla Toscana si sono attivate da subito e strutture di emergenza per inviare gli aiuti sul posto.

I soccorsi da Firenze

Da Firenze il sindaco Dario Nardella ha «comunicato e offerto la disponibilità di due squadre della Protezione Civile del Comune e della Città Metropolitana di Firenze perché possano raggiungere il territorio sconvolto dal sisma».

La Regione Toscana ha accolto l’appello del Dipartimento Nazionale Protezione Civile mettendo a disposizione oltre 508 posti letto nelle strutture ospedaliere toscane.

L’assessore regionale al diritto alla salute Stefania Saccardi ha comunicato di essere in contatto Centro Nazionale Sangue per monitorare eventuali necessità a supporto delle regioni interessate. In mattinata ha poi rilanciato l’appello ai donatori di sangue.

Le Misercordie Italiane si sono attivate sin dalle prime ore del mattino. Dal Polo Logistico nazionale delle Misericordie situato a Prato sono già partite le colonne mobili per la realizzazione di un campo che può accogliere 250 persone ad Amatrice, un altro campo da 150 persone è pronto per essere accolto in un altra delle località colpite. Sono partiti anche 8 gruppi elettrogeni, 2 torri faro, 400 brandine ed altre 500 sono disponibili. Da Firenze sono partiti e sono arriati ieri in serata 4 camion di generi alimentari che saranno distribuiti direttamente alla popolazione

Ambulanza in partenza da Sesto Fiorentino verso Rieti - Facebook Confederazione Nazionale delle Misericordie d'Italia

Ambulanza in partenza da Sesto Fiorentino verso Rieti – Facebook Confederazione Nazionale delle Misericordie d’Italia

Palazzo Vecchio in segno di lutto terrà le bandiere a mezz’asta oggi per le vittime del terremoto del Centro Italia.

Cosa fare per aiutare i terremotati da Firenze

Da Firenze ci sono numerose iniziative a cui aderire per aiutare i terremotati. In molti sono già attivi con le squadre di emergenza. Chi vuole intervenire può scegliere la modalità secondo le proprie disponibilità.

I volontari

Se si è disposti a partire come volontari si può contattare la protezione civile di Firenze per chiedere delle reali necessità al numero 055 7890. Oppure si può anche contattare la Misericordia di Firenze allo 055 212222.

Le donazioni di sangue a Firenze

A Firenze e comuni limitrofi le donazioni possono essere effettuate nelle seguenti strutture:

  • Ospedale San Giovanni di Dio
    via di Torregalli, 3 Firenze
    prenotazioni telefono 055 6932232
    da lunedì a sabato ore 7.30 – 13.30
  • Ospedale S. Maria Annunziata
    via dell’Antella, 58 Bagno a Ripoli
    prenotazioni telefono 055 6936480 055 6936316
    da lunedì a venerdì ore 8 – 13.30
  • Ospedale Serristori
    piazza XXV Aprile, 10 Figline Valdarno
    prenotazioni telefono 055 9508294
    da lunedì a sabato ore 7.30 – 13
  • Azienda ospedaliera Careggi
    Azienda ospedaliera universitaria Careggi
    padiglione 15 – Piastra dei servizi – Largo Brambilla, 3 Firenze
    prenotazioni telefono 055411030
    da lunedì a sabato 8.30 – 12.30
  • Azienda ospedaliera Meyer
    Ospedale pediatrico Meyer
    viale Pieraccini, 24 Firenze
    prenotazioni telefono 055 5662990 055 5662437
    da lunedì a sabato 10 – 13
Le raccolte Fondi

Il Comune di Firenze ha attivato una raccolta fondi a sostegno delle popolazioni colpite dal terremoto. I cittadini potranno donare una somma effettuando un bonifico su un conto corrente bancario (le coordinate Iban sono IT20 X061 6002 8320 0000 0161 C01) con la causale ‘Raccolta fondi per terremoto’.

Anche la Misericordia di Firenze ha aperto una sottoscrizione di fondi per sostenere famiglie colpite dal terremoto. Chi desidera contribuire può rivolgersi direttamente presso la sede di piazza Duomo oppure nelle Sezioni di via del Sansovino, Ponte di Mezzo, Viale dei Mille e via Faentina. E’ stato aperto anche un apposito conto corrente:

ChiantiBanca – filiale Campo di Marte –
IBAN: IT83C0867302804035000351546 intestato a Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze – Piazza Duomo, 19-50122 Firenze.
Nella causale deve essere riportata la seguente dicitura “Offerte pro terremotati Centro Italia”

Le raccolte di beni di prima necessità

Possono essere raccolti olio, acqua, pasta e riso, scatolette varie contenenti pesce, carne, legumi e riso, biscotti secchi, pelati e sughi, alimenti per l’infanzia, sapone per adulti e bambini, shampoo, pannolini per bambini e anziani, assorbenti per donna, dentifricio e spazzolini e carta igienica. Le Protezioni civili del Comune e della Città metropolitana si sono mobilitate anche per raccogliere i beni di prima necessità (cibo e prodotti per l’igiene personale) che servono ai terremotati. Saranno loro poi ad occuparsi di farli arrivare a destinazione.

Le Misercordie per ora (ndr ieri sera) come hanno annunciato tramite la loro pagina facebook non hanno attivato raccolte di generi alimentari «preferendo prima effettuare una verifica delle reali necessità sui territori colpiti». Per ulteriori informazioni si raccomanda comunque di chiamare la Misericordia di Firenze allo 055 212222.