Ancora una volta piazza San Jacopino torna sulle pagine dei giornali per episodi di degrado dopo la faccenda della moschea abusiva. Nonostante le telecamere messe da poco da parte del comune, i controlli non sono adeguati e episodi sconvenienti ormai sconvolgono la notte dei residenti che sono al limite della pazienza.

Ancora una volta piazza San Jacopino deve far fronte ad episodi di abusivismo.
Qualche mese fa, in via Targioni Tozzetti, in un piccolo fondo che in precedenza ospitava ex cartoleria, è stato aperto un centro culturale gestito dalla comunità del Bangladesh. Una moschea abusiva che, il venerdì, arriva ad ospitare anche una sessantina di persone quando lo spazio è tale che ne potrebbe contenere al massimo venti.
Un’autentica mancanza di rispetto delle regole, una violazione delle norme sulla destinazione d’uso che rischia di creare diversi problemi per la sicurezza.

Ora, in tempi più recenti, dopo i grandi proclami del Comune per l’installazione di telecamere per rendere più sicura la zona, ecco il nuovo episodio di abusivismo. Nella notte tra domenica e lunedì, un folto gruppo di peruviani, dopo aver passato la prima parte della serata in un pub/discoteca della zona, ha deciso di finire la propria nottata, bivaccando in piazza San Jacopino. Urla, strepitii, baccano, hanno tirato giù dal letto i residenti che hanno anche provato a telefonare al 113 ma, secondo le testimonianze, nessuna pattugliaè intervenuta per mettere fine a questo scempio.

Al mattino, appena i residenti sono usciti dalle proprie case, piazza San Jacopino si presentava come un campo di battaglia. Bottiglie e lattine di birra ovunque, odore di urina che regnava sovrana e gli ultimi peruviani, che si erano attardati, si allontanavano velocemente in motorino. Gli operatori del Quadrifoglio hanno dovuto effettuare ben due interventi di pulizia, la prima per rimuovere i rifiuti e la seconda per poter togliere i segni e gli odori delle numerose minzioni.

Il degrado regna sovrano in piazza San Jacopino, i residenti sono nauseati e arrabbiati per la situazione e si possono capire. Gli interventi del Comune sono risultati inefficienti, i controlli dovrebbero essere intensificati, dovrebbero essere portati avanti interventi di prevenzione. Questa situazione è diventata ingestibile e potrebbe peggiorare ancora di più in una spirale d’odio tra residenti e vandali.