E’ ufficiale: da settimana prossima 20 migranti saranno ospitati nell’ex sede INPS in via de Bosis a Firenze. Sono troppi e non c’è scelta.

A Peretola sbarcano 20 migranti

Non sono servite le proteste dei residenti. Non sono servite le preoccupazioni e le raccolte firme dei genitori della scuola. Non è servito nemmeno l’intervento della destra fiorentina che si è fatta portavoce del problema. Niente. I migranti arriverrano anche a Peretola.

In settimana aprirà il centro di accoglienza in via de Bosis a Firenze nell’ex-sede INPS. Saranno in 20. A dare la notizia è l’assessore all’Accoglienza Sara Funaro. La stessa che quest’estate ha garantito che «Saranno in prevalenza minori che non arrivano direttamente dagli sbarchi, ma che sono già presenti sul nostro territorio. I giovani saranno seguiti da operatori qualificati attivi 24 ore su 24».

Embed from Getty Images

L’apertura del centro la settimana prima della scuola

Tra i problemi sollevati per l’apertura del centro in via de Bosis è la vicinanza ad una scuola. La scuola Materna Carlo Lorenzini dista infatti solo pochi metri dalla struttura di accoglienza. Il centro apre in concomitanza con l’apertura della scuola. La scuola materna inizierà l’anno scolastico il 15 settembre, ovvero la settimana dopo l’apertura del centro.

L’emergenza migranti non lascia scelta

Il Comune non è riuscito ad evitare l’apertura di questa nuova struttura. L’allarme era già stato lanciato dalla Prefettura quest’estate. In un comunicato stampa la Prefettura di Firenze tuonava: «Alla Toscana sono assegnati altri 700 profughi di cui 200 a Firenze» quando sono 9800 i migranti già ospitati in Toscana e quasi 2700 a Firenze.

Embed from Getty Images

Numeri che ad agosto hanno continuato a crescere e sono destinati ad aumentare ancora. La notizia del record di sbarchi passata sui TG nazionali in questi giorni è destinata a riflettersi sul territorio. L’assessore nell’annunciare l’apertura sottolinea infatti: «La Prefettura ci informa che, visti gli ingenti arrivi degli ultimi giorni» Così oggi i migranti in arrivo a Peretola sono 20 ma in un futuro non troppo lontano potrebbero essere di più.