Alla vigilia del big match contro il Milan, in programma per  stasera ore 20.45 al Franchi, l’ambiente viola sembra determinato e carico per un’altra impresa

Nella presentazione della partita contro l’ex allenatore viola Vincenzo Montella, Sousa esprime i progressi della squadra dall’inizio del campionato. Più mobilità , maggior ampiezza e profondità sono gli aspetti che secondo il portoghese sono ancora da migliorare . Un’ po scherzando un po seriamente, ma sicuramente  non sbagliando, si lascia scappare ” Abbiamo fatto meglio dell’anno scorso” mettendo in risalto gli ultimi due risultati contro Roma e Udinese in trasferta, che nella scorsa stagione avevano portato zero punti nel bottino viola contro queste due squadre. L’allenatore viola esalta l’apporto positivo nel campionato italiano di Carlos Sanchez, pur rimarcando che lavora per fa migliorare tutti anche negli aspetti caratteriali e individuali.

Il portoghese crede in un Milan che non lotterà per lo scudetto ma sicuramente per i primi posti , quelli per cui lotterà, almeno si spera anche la sua squadra. Per questo la sfida contro il Milan assumerà un carattere importante sia per la classifica, che per coronare i progressi delle ultime settimane. L’ ex allenatore viola è molto apprezzato da l’attuale tecnico quindi non sarà solo una sfida in campo ma una doppia competizione  fra le panchine, tra il passato e il presente della Fiorentina.

Sousa a piede libero parla dell’evoluzione del campionato italiano visto i numerosi investimenti per i giocatori negli ultimi anni senza mancare nell’esaltazione di un suo giocatore, che sembrava aver smarrito e addiruttura sul mercato , Babacar. Secondo il tecnico, il senegale rispetto allo scorso anno, è migliorato in atteggaiemnto , mentalità ma soprattutto in comprensione del gioco.

Come dovrà giocare la Fiorentina? 

Sicuramnte quel che fa più paura nella squadra di Montella sono gli attacchi in profondità, che la difesa toscana dovrà intercettare. La Fiorentina a sua volta deve giocare in ampiezza e  velocemnte negli spazi, che lascerà  fra i reparti la  squadra lombarda.

Probabile formazione :Tatarusanu; Tomovic, Gonzalo, Salcedo; Tello, Sanchez, Badelj, Olivera; Ilicic, Borja Valero; Kalinic