Fiorentina chiamata al cambio di marcia in campionato, nella partita delle 12.30 di domani contro l’Atalanta.

La Fiorentina reduce dalla sconfitta in casa del Torino  prima della sosta nazionali, domani, nella partita dell’ora di pranzo ha il compito di scrollarsi di dosso i mugugni e le chiacchere di un ambiente un po polemico, visto i dieci punti in meno dello scorso anno allo stesso momento della stagione. Sulla strada della Viola c’è un Atalanta, che pur non partita benissimo è reduce dall’importante vittoria casalinga contro il Napoli. Atalanta in ottimo periodo di forma sotto la guida tecnica di Gasperini. Il Franchi domani dovrà essere la culla per la rinascita e il rilancio della squadra del capoluogo toscano in vista di un mese di partite, sulla carta non impossibili, per il ritorno nella parte di classifica più consona alla squadra.

Sousa in conferenza stampa   

Molti argomenti messi alla luce dal tecnico Sousa nella conferenza di stamani al Franchi. Sui 10 punti in meno rispetto all’anno scorso, il tecnico parla di nuovi metodi di gioco ancora da affinare che può portare a diverse soluzioni e risultati positivi quando la squadra li avrà assorbiti. Spiega che si sta lavorando per far si che la squadra li apprenda il prima possibile. Parla inoltre dell’importante rapporto che ha con Corvino e per il ruolo che svolge internamente ed esternamente nell’ambiente fiorentino. Una presenza quella del direttore che ha portato molti plausi  al tecnico portoghese pur non scelto da lui. Corvino importante anche nei rapporti esterni con i media. Tema delle ultime settimane su cui si ricade sempre è Federico Bernardeschi. Sousa torna a ripetere che Federico deve crescere e lavorare per migliorarsi , sottolienando che non deve giocare con le spalle alla porta ma giocare negli spazi e verso la porta per avere occasioni da sfruttare in zona goal. Non esclude un lavoro, come visto col Qarabag, per fa assimilare al giocatore una posizione di mezz’ala. Su Diks non mancano le parole di elogio , afferma però che come tutti  gli olandesi che deve migliorare la fase difensiva sia individualemnte che nel gioco di reparto. Continua affermando che lo staff crede in questo giocatore e lavora per farlo crescere anche per un cambio di modulo con la difesa a quattro.

Probabile formazione : Tatarusanu, Tomovic, Astori, Rodriguez, Bernardeschi , Sanchez, Vecino, Olivera, Ilicic, B. Valero, Kalinic.