“Space and Time Continuum”, lo show dei record dei cloni dei Pink Floyd trasforma l’Obi Hall nel tempi della musica.

Forti del successo del loro ultimo tour mondiale «The World’s Greatest Pink Floyd Show» i Brit tornano in Europa per continuare a stupire il pubblico. «C’è così tanto materiale di qualità da scegliere nel repertorio dei Pink Floyd – ha detto Damian Darlington, vocalist, chitarrista e direttore Brit Floyd – che inseriremo in scaletta canzoni non ancora proposte assieme ai pezzi più celebri del gruppo».

Luci, laser ed uno schermo circolare per il più grande concerto tributo ad i Pink Floy. Uno show da un milione di dollari che ripercorre i cinquant’anni musicali di Gilmour, Waters, Wright, Mason e Barret.

Sono le 21.00 circa quando i Brit cominciano il loro spettacolo che è una vera epifania di colori ed emozioni che pezzo dopo pezzo non solo ripercorrono mezzo secolo di storia musicale ma grazie ad un eccellente mix scenografico riescono ad accompagnare il pubblico tra gli stili dei Floyd.

L’apice del concerto arriva con Echoes suonata con una delicatezza da far venire i brividi, non a caso loro sono i “Veri Floyd”