La Fiorentina è attesa dalla trasferta di Milano contro l’Inter nel posticipo delle 21 di stasera. Le due eterne deluse dalle sconfitte in Europa si affrontano stasera in una partita dal sapore particolare per entrambe, Inter e Fiorentina vogliono scalare posizioni per portarsi nelle loro rispettive zone di competenza in classifica,  soprattutto l’Inter, al di sotto delle aspettative quest’anno. Entrambe cercano la vittoria, entrambe devono dimenticare la sconfitta in europa contro Paok ( la Fiorentina), Apoel (l’Inter), entrambe vogliono conseguire gli obiettivi prefissati a inizio stagione. La parola è vincere, chi l’avrà vinta?

Embed from Getty Images

In casa viola il direttore Corvino parla chiaro, blinda Paulo Sousa dopo le critiche ricevute  a seguito delle parole sul futuro di Bernardeschi. Risultati altalenanti? Certamente qualcuno si aspettava una partenza razzo come la scorsa stagione ma i numeri parlano chiaro e gli obiettivi sono alla portata, con la qualificzione in Europa League quasi raggiunta e il posto in campionato non esaltante ma comunque vicino ai posti che garantiscono l’accesso all’Europa e con addirittura una partita in meno. Le critiche nell’ambiente viola sono all’ordine del giorno, per l’amore che i Fiorentini nutrono per questa maglia e per questo colore, ma le strategie societarie sono ben chiare. Molti scriscioni ingiuriosi verso il tecnico portoghese appessi all’entrata dello stadio, ma la società fa un fortino a difesa dell’allenatore viola Sousa, che con fermezza, decisione e forza lo confermano. I mali di questa Fiorentina ricadono in Sousa? Non credo, l’analisi è molto più ampia e anche il recente passato  ha dimostrato che tutte le problematiche non derivano dai tecnici.

Tornando alla partita di stasera la formazione in campo a San Siro dovrebbe essere già scritta : Tatarusanu, Astori , Rodriguez, Salcedo, Milic , B. Valero, Badelj, Tello, Bernardeschi ; Ilicic, Kalinic.