Ieri al consiglio comunale è stata approvata la mozione mossa dal PD.
Carlo Levi, figura di grande importanza dell’epoca recente. È stato un pittore, uno scrittore e un politico italiano.
Nato a Torino da una famiglia borghese ebraica fin da giovane si dedica alla pittura.
Apertamente antifascista, nel 1931 diventa membro del movimento “Giustizia e Libertà
Firenze è stata una delle città dove Levi è vissuto dal 1941 al 1944.
Fu proprio a Firenze che ebbe il terzo mandato d’arresto a causa delle sue idee antifasciste e così da fine giugno del 1943 al 26 luglio dello stesso anno verrà tenuto prigioniero nel carcere delle Murate.

Fu proprio tra il 1943 ed il 1944 che iniziò a scrivere a Firenze Cristo si è fermato ad Eboli.
A Firenze durante il consiglio comunale è stata approvata ieri all’unanimità la mozione proposta dal PD per poter intitolare una strada a nome di Carlo Levi.
Nicola Armentano, consigliere PD si è dichiarato soddisfatto.