E’ stato presentato stamani, nel Palazzo del Consiglio Regionale, la prima edizione di Firenze Libro Aperto che si terrà alla Fortezza da Basso dal 17 al 19 Febbraio. 

Un’ iniziativa dedicata all’editoria che mancava in città dagli anni 30′, precisamente dal 1932. Il Festival è patrocinato dalla Regiona Toscana , Comune di Firenze e Città metropolitana. Ideato e promosso da Paolo Camilli col supporto importante di specialisti nel settore come Valerio Abbate, la direttrice artistica Chiara Bentivegna e Teresa Porcella nel programma ragazzi, nodo cruciale dell’intero festival.

Firenze Libro Aperto vuole dedicare particolare attenzione alle case editrici emergenti ed indipendenti cercando di farle istaurare un dialogo con le grandi case. Un dialogo che si vuol far istaurare anche tra grandi e piccini , tra letteratura da adulti  e libri per bambini  cercando di creare una tela che attraversi tutte le età, non solo libri ma arte ,spettacolo,mostre e laboratori di cultura.

Eugenio Giani oggi presente alla conferenza stampa di presentazione del Festival ha voluto sottolineare l’importanza che ha Firenze Libro Aperto nella città, un’ occasione che spera si possa ripetere anche per succesive e sperate ulteriori edizioni. Il Festival rappresenta per la città di Firenze un ulteriore corollario che lega la città con arte e cultura , dove Firenze città primeggia in Italia e nel Mondo.

150 case editrici con i propri autori, tra cui  Mauro Corona per Mondatori, Pietro Grossi per Feltrinelli, Alessia Gazzola per Longanesi e tantissimi altri.

Un centinaio di ospiti tra cui  si possono citare  Ben Jelloun, De Silva , Gazzola , Mauro Corona , Carlo Lucarelli Federica Bosco Marco Vichi anche il texano Landsdale sarà presente. Personaggi della cultura come Cardini e Crepet e dal mondo dello spetacolo ci saranno Vinicio Camposella , Morgan, Dolcenera, Paolo Hendel, Ginevra di Marco e David Riondino.

Firenze Libro Aperto ha cercato di allargare gli orizzonti, invitando anche la politica a partecipare a questa importante manifestazione. Risposta affermativa si è  avuta da Matteo Salvini che sarà ospite il giorno dell’aperuta intorno alle ore 11, presenti anche le istituzioni locali come lo stesso Presidente del Consiglio Regionale Eugenio Giani e il Sindaco di Firenze Dario Nardella, in attesa di altre presenze dai vari schieramenti politici . Un’occasione, come ha precisato Cammilli, per conoscere il politico anche dal lato umano e soggettivo.