Emozioni a non finire con Ermal Meta, che ha mandato in visibilio i fan con un’esibizione live in cui ha eseguito al pianoforte il pezzo sanremese, ma anche ‘Amara terra mia’, ‘Volevo dirti’, ‘Piccola anima’ e ‘Odio le favole’.

“Voglio fare un regalo a chi ha iniziato a seguirmi da poco” ha detto; infatti il suo ultimo album contiene il nuovo disco “Vietato Morire” ed anche “Umano” rilasciato lo scorso anno.

Successivamente ad incontrare i fans con l’instore tour, Ermal sta già organizzando il suo tour che partirà il 7 maggio da Milano.

«Sono davvero contento di salire sul podio, accanto a un’artista che è un’istituzione della musica italiana come Fiorella Mannoia -ha detto-. In gara c’erano tante belle canzoni e francamente non mi aspettavo di salire sul podio, perché quando si tratta di musica non ho mai aspettative: il mio obiettivo è dare, non ricevere. Ma l’esserci riuscito significa che il mio messaggio è arrivato, e questo mi rende davvero molto felice».

Nato in Albania, all’età di 13 anni si è trasferito con la madre e la sorella a Bari, troncando ogni rapporto con il padre, da lui definito violento.

Ermal ha la musica nel sangue: sua mamma è violinista, lui suona piano e chitarra ed è cresciuto ascoltando musica classica. Non è solo un cantautore, ma anche un autore di canzoni di successo, scritte per vari artisti tra cui Marco Mengoni, Francesco Renga, Emma Marrone, Annalisa Scarrone, Chiara Galiazzo, Patty Pravo, Clementino e Francesco Sarcina.

GALLERY

 

VIDEO