Il Teatro Lumière di Firenze, nelle serate del 24 e 25 febbraio, si è colorato di risate con la commedia brillante Mammamiabella! Che ha convinto tutti gli spettatori con scoppiettanti risate e ironici ragionamenti

Gli interpreti

Questo spettacolo, ricordiamo che  nasce da un’idea originale di Valentina Olla, scritto da Sabrina Pellegrino con le musiche di Stefano Mainetti. Tra gli interpreti,  Valentina Olla, Federico Perrotta e Sabrina Pellegrino, che in tre danno vita e voce ad una marea di personaggi, caratterizzandoli fino all’ironia più pungente. Accanto a loro tre strepitosi musicisti che hanno suonato dal vivo,Marco Cascone  alla fisarmonica, Vincenzo Meloccaro ai fiati e Gino Bianchi  alle percussioni, che abbigliati da simpatici peluche, entrano nel vivo della commedia con le loro simpatiche performance.

Una regia come quella di Elena Sofia Ricci

Senza ombra di dubbio la mano che ha guidato la  regia di questo spettacolo, Elena Sofia Ricci da ottima interprete, attrice e conoscitrice dell’universo femminile e umano, ha saputo condensare in un’ora e mezza di spettacolo, quello che è il meraviglioso periodo della gravidanza.  Una menzione speciale va data a Sabrina Pellegrino brillante autrice e interprete della commedia, unitamente  agli altri due interpreti, una sorprendente Valentina Olla, nel ruolo della protagonista e un a dir poco strepitoso Federico Perrotta. Tutti quanti hanno incantato e conquistato il pubblico del Teatro.

Un’attesa dopo l’altra, una battuta dopo l’altra

Tra metamorfosi e crisi isteriche, cambi umorali e voglie improvvise, un avvicendarsi in questa storia di nove mesi, narrata a suon di musica e battute tra l’ironico e il serio, da parte dei genitori di lei, dei suoceri, dell’amico gay, della migliore amica, dei ginecologi e di tanti altri improbabili ma amorevoli dispensatori di consigli che, hanno da dire la loro come se sapessero tutte le risposte del caso.  E su tutti il papà di questo nascituro che, in questo periodo affronterà non pochi imprevisti e improbabili richieste della “dolce” mamma.

Le aspettative circa la “frizzantezza”, la dinamica e l’ironia di questa commedia, interpretata da giovani ma coinvolgenti interpreti,  non rimangono deluse.

I veri ringraziamenti

Pertanto un ringraziamento va anche a  tutti coloro che hanno lavorato dietro le quinte di questo spettacolo per la sua splendida riuscita che,  a parer nostro,  sono riusciti a renderlo  una “girandola  musicale” su un tema tanto dolce, dedicato alla maternità, un momento in cui la donna è protagonista ma  anche l’uomo che, da padre, amorevolmente subisce le amate voglie di quella che, non è più e per il momento la donna sexy e intraprendente che ha conosciuto, ma una specie di otaria spiaggiata, di cui deve assecondare le connaturate voglie.

Una commedia per grandi e piccini

Uno spettacolo per cui vale la pena trascorrere del tempo in compagnia di tutti loro che con coinvolgimento, hanno fatto entrare il pubblico nella loro storia, divenendo non più spettatori passivi ma partecipi anche loro a consigli e stress dell’attesa.

Ingredienti giusti, brillanti, dinamici, frizzanti ed emozionanti al punto giusto, per stare in loro piacevole e allegra compagnia !