Successo strepitoso per Gloria Gaynor, regina della disco music, che sceglia Santa Croce sull’arno come unica tappa italiana del suo ultimo tour mondiale

Per la star di ‘I will survive’ e icona della dance anni ’70, il concerto del 7 di marzo è stata anche un occasione per affrontare il tema dei diritti delle donne benedicendo proprio lo sciopero dell’ 8 di marzo “il fatto che il mio live sia praticamente in coincidenza con questo evento è positivo. Io faccio di tutto per portare consapevolezza su questo problema, che sembra riguardare tutto il mondo e quindi io voglio fare la mia parte per portare consapevolezza e attenzione verso la violenza sulle donne e la violenza in generale”.

Gloria Gaynor, che è anche portavoce del Network contro le violenze domestiche ed è da sempre attiva sul fronte della difesa dei diritti delle donne, ha sottolineato durante il concerto di come alcuni suoi brani “parlano proprio delle donne, di come si sentono, di come siamo“, come ‘I am what i am’, ‘First be a Woman’, ed anche la sua hit più celebre, ‘I will survive’.

Sul palco insieme a lei una band di 12 elementi, tra fiati e coriste in arrivo dagli Stati Uniti e dall’Inghilterra, e un gruppo di ballerini con costumi e coreografie anni ’70.

Il concerto si ncorde Party organizzato dal gruppo facebook  “Quelli della discoteca Concorde anni 80/90″. In console  ” El Matador ” Luca Orsi Berger Dj , Pagni Giacomo Jackie dj e Dj Gianluca Viviani Dj Project che hanno fatto rivivere le magiche atmosfere del locale di Chiesina Uzzanese