E’ stato Mark Fell l’ospite del terzo appuntamento di Hand Signed, il progetto realizzato da Musicus Concentus, Node Festival e OOH-sounds, con la collaborazione del Museo Marino Marini in Piazza del Carmine a Firenze.

L’esibizione ha avuto luogo ieri sera nello spazio stupendo di Sala Vanni collocata all’interno del complesso della Basilica di Santa Maria del Carmine, subito dopo la proiezione del film  Perfect Lives – the Park (Privacy Rules)”. Il Film narra una complicata storia ambientata nel Midwest statunitense, fatta di stanze di motel, pianobar e una misteriosa rapina filosofica in una banca.

Torniamo al Nostro artista Mark Fell, che nell’appuntamento di ieri sera ha sfoggiato la sua abilità nel combinare musica elettronica e techno con approcci più accademici come la composizione basata su algoritmi e sistemi matematici.

Foto di Matteo Venturi

Composizioni sonore lontane da quello che in Italia intendiamo per elettronica e Techno music ma sicuramente si può ammirare la vera essenza di questo genere per un pubblico di nicchia nel medesimo  panorama musicale , si ricercato in questo Paese, ma sicuramente più alla portata nel nord Europa e in club importanti come il Bergahin di Berlino dove Mark ha trasportato i suoi progetti musicali .