Eccoci pronti per un nuovo fine settimana, con i nostri consigli su come sfruttarlo al meglio.

Partiamo, ovviamente da venerdì. Un interessante evento da segnalare é Calafoscopa,una serata abitualmente ospitata alla Flog e che ogni volta riceve grande partecipazione e apprezzamento. In questa occasione verranno “festeggiati” i Quarto Podere, gruppo rock demenziale folk che compie 25 anni di felice attività. Tra gli ospiti della serata gli Sbanebio, altro gruppo rock che fa della comicità la propria identità, e Frank DD & Friends, complesso dalle sonorità reggae. Si esibiranno anche La Nuova Pippolese e Black vH Sosaiety.

Altro evento musicale andrà in scena al Tenax con Febbre a 90, serata in cui si rivivranno i magici anni novanta e la loro musica.

Passando a sabato, si raccomanda il Capodanno Fiorentino. Infatti, fin dal 1750, Firenze inaugura l’anno civile proprio in questa data, à mesi prima della nascita di Gesù Cristo. L’evento, che inizierà alle 14:45, partirà da Piazza della Parte Guelfa con il Corteo della Repubblica Fiorentina il quale attraverserà vari punti della città fino ad arrivare a piazza Ss. Annunziata, per rendere omaggio alla Cappella della sacra effige dell’Annunziata. Dopodiché, attorno alle 16:00, il Corteo farà ritorno al punto di partenza ma seguendo un itinerario differente, così da toccare i vari punti della città.

Sabato sera invece proponiamo We Love 2000 Party, serata che si svolgerà al Viper e che rivivrà i primi dieci anni del nuovo millennio spaziando tra moltissimi generi musicali.

Infine, un evento che occuperà tutti i giorni da martedì 21 a domenica 26. Al Teatro di Rifredi va in scena I racconti del Bar Sport, spettacolo tratto dal romanzo di Stefano Benni, regia di Angelo Savelli, con Lorenzo Baglioni e la sua band, musiche di Michele e Lorenzo Baglioni. Lo spettacolo ripercorrerà la narrazione di Benni che, con il suo particolare modo di fare comicità, descrive e talvolta estremizza le realtà dei bar della provincia italiana e i personaggi che li frequentano.
La presenza di Lorenzo Baglioni, da un po’ di tempo baciato dalla fama nazionale, rende l’evento di sicuro valore e interesse.