L’azienda fiorentina Mef ha organizzato l’unica vetrina del settore elettrotecnico e termoidraulico nel centro Italia con espositori nazionali ed internazionali

La più grande ed importante mostra in ambito elettrico arriva alla terza edizione. L’azienda tutta fiorentina Mef (Distribuzione Materiale Elettrico) gestisce questo fondamentale evento che mette in contatto le aziende con gli operatori di settore, cercando anche di coinvolgere il pubblico con un tema attuale ed accattivante, ritorna infatti il Rinascimento (elettrico questa volta). All’origine di ogni rinascita, di ogni innovazione si trova la luce, simbolo di questo evento, ma soprattutto di sviluppo e tecnologia. Sono sette le aree espositive di aziende di tutta Italia e anche internazionali, che presentano i loro nuovi prodotti e competono per raggiungere livelli sempre più alti in un mercato competitivo e in continua evoluzione, che in Italia vale quasi 5 miliardi di euro.

Un mito vintage in chiave moderna

The Lyrics of Light, di Felice Limosani e la realtà virtuale

Se pensiamo al rinascimento come momento della nostra cultura è automatico che venga in mente l’iconica Venere botticelliana, che tutto il mondo ci invidia. Sul filo conduttore che lega Firenze al Rinascimento la Venere diventa simbolo e ambasciatrice della mostra, ma anche la protagonista dell’installazione artistica di Felice Limosani, dal titolo The Lyrics of Light anima dell’evento, che coinvolgerà il pubblico. Arrivati circa a metà si accede al “MEF Space Experience” dove si rimane colpiti da cento fasci luminosi e da una parete intera dove appare Afrodite sotto forma di video arte. I fasci di luce bianca danzano sulla musica della “Primavera” di Vivaldi creando un’esperienza emozionale per il visitatore e distinguendo questa mostra in senso culturale e non solo commerciale. L’autore dell’installazione può essere definito un new media artist, artista che lavora tra design, tecnologia, cultura e intrattenimento, per mescolare linguaggi strettamente legati tra loro e creare mostre esperenziali. Inizia la sua carriera come Dj e creando le prime App per Nokia e arrivando ad esporre le sue creazioni al Louvre, al Miami Art Basel, alla White Chapel Gallery a Londra, ma anche a Milano e Firenze. Uno tra i principali innovatori italiani riconosciuti in ambito internazionale. Inoltre quattro camere immersive ai lati dello spazio Mef arricchiscono l’esperienza creativa e tecnologica del pubblico, poiché si può sperimentare all’interno di esse la realtà virtuale con visore e joystick. La realtà virtuale nasce per creare nuovi videogiochi, ma velocemente prende campo per essere utilizzata oggi in fase di training per le aziende per testare i loro prodotti, per poter lavorare a distanza e per scopi di marketing e comunicazione.

L’unico evento di settore nel centro Italia

La mostra si tiene ogni due anni con una grandissima adesione di pubblico e addetti ai lavori, e si articola su sette aree tematiche; automazione, termoidraulica, attrezzature, illuminazione, impianti speciali, elettrotecnica e risparmio energetico. Proprio l’azienda Mef è stata premiata come ambasciatore della città di Firenze per l’allestimento della mostra in occasione del progetto Florence Academic Leader Programme, creato con l’obiettivo di aumentare la visibilità di Firenze ma soprattutto delle sue realtà scientifiche e delle aziende locali. L’ultimo giorno della mostra, sabato primo aprile, sarà dedicato alla visita di 1500 studenti che Mef ha formato in tema di risparmio energetico, saranno coinvolti a creare una campagna pubblicitaria sull’efficienza energetica, Mef poi selezionerà i due più meritevoli per offrire loro un’esperienza in azienda.