Finalmente è estate e ci possiamo godere le meritate vacanze, per quanto brevi o lunghe che siano. Questo vuol dire finalmente un po’ di tempo tutto per noi, relax, divertimento, nuove amicizie o nuovi amori, esplorazioni… ma attenzione alla compagnia!

Siamo oramai in piena estate, le vacanze per molti di noi se non sono cominciate, stanno per arrivare. E’ tempo di preparare la valigia, chiudere casa e partire. Finalmente, dopo un intero anno di duro e stressante lavoro, ci si può concedere un po’ di riposo ma … siete sicuri di essere accompagnati dalle persone giuste?
Ecco una lista di persone che NON devono assolutamente essere portati in vacanza con voi:

  1. Il pigro. Ce l’abbiamo tutti l’amico troppo pigro, che la mattina non riesci ad alzare nemmeno con le cannonate. Mentre te vorresti sfruttare quelle ore che vanno dalla colazione al pranzo per poter andare in spiaggia o visitare posti nuovi, lui vorrebbe soltanto dormire fino all’ora di pranzo. E magari fare una siesta dopo aver mangiato… la domanda è solo una, cosa ci viene a fare in vacanza?
  2. L’iperattivo. E’ la persona totalmente opposta al pigro. Si sveglia prima del gallo e ti trascina in un vortice infinito di cose da fare, senza lasciarti nemmeno il tempo di respirare. Museo, mercatino, visita al paesino sperduto, spiaggia, gioco aperitivo, beach soccer, beach volley, corsetta, camminata in riva al mare e chi più ne ha più ne metta… e tutto questo in un solo giorno, il primo. Chissà gli altri… Dopo solo 24 ore, insomma, un giorno lavorativo sembra quasi una passeggiata di salute.
  3. Il Gianluca Vacchi. Se siete milionari il problema non si pone, ma se al contrario siete degli studenti o comunque dei lavoratori con uno stipendio medio, ecco che il Gianluca Vacchi potrà crearvi delle preoccupazioni. Vi trascinerà nei posti più esosi, nei locali più “in”, nelle discoteche più cool e alla fine del viaggio vi ritroverete con un conto in banca peggiore di quello di zio Paperino.
  4. L’ameba. E’ il disinteressato, la classica palla al piede a cui non piace niente, non interessa nulla, non vi darà mai una mano nell’organizzazione, non deciderà mai niente. State però sicuri che sarà il primo a lamentarsi. Celebre la sua frase: “Eh ma, se avessi organizzato io il viaggio…”
  5. Il social. Va sulla spiaggia? Mette una storia su Instagram. Vede un tramonto? Posta una foto su Facebook con tanto di frase filosofica. Decide di andare in bagno? Pubblica un “cinguettio” su Twitter. Qualsiasi cosa farà, insomma, sarà un continuo fare foto, pubblicare stati e così via, senza darvi tregua, sbandierando la vostra vacanza ai quattro venti. Probabilmente farà anche una diretta mentre tenterete di strangolarlo, non riuscendo più a sopportare ulteriormente la sua voglia di apparire.
  6. La coppietta appiccicosa. E’ vero, sono due persone, non una, ma da come si tengono abbracciati, prima o poi si fonderanno in un’unica entità. Sono i classici innamorati che, nonostante siate in gruppo tutti ansieme, non smette di stare incollati, baciarsi, scambiarsi effusioni, parlare con quelle vocine fastidiose e chiamarsi con nomignoli sempre più imbarazzanti. Al termine della vacanza rischierete di ritrovarvi con il diabete, senza nemmeno aver toccato un solo dolce.

Un consiglio: o evitate loro o evitate la vacanza. Con loro a giro è più riposante stare a casa a Firenze bloccati nel traffico!