Avete mai sentito parlare del Finger Biscuit ? E’ il nuovo biscotto targato Ferrero, per assaporare con ancora più gusto e passione, la nostra amata Nutella. Questa nuova creatura dolciastra,  è stato ideata dal desiner toscano Paolo Ulian 

Volete mangiare la Nutella senza il cucchiaino ? Il Finger Biscuit aiuta il nostro indice ad assaporare con ancora più gusto e passione, la nostra crema di cioccolata preferita.

Dietro a questa nuova creazione, oltre che dolce anche artistica, c’è il desiner toscano Paolo Ulian, che ci racconta com’è nata l’idea del “Finger Biscuit” e di altre sue nuove invenzioni …

Chi è Paolo Ulian ?

Si forma all’Accademia di Belle Arti di Carrara e successivamente si diploma all’Isia di Firenze.

Alla fine del 1990 è assistente nello studio di Enzo Mari a Milano dove collabora fino al 1992. Successivamente si dedica alla sperimentazione e partecipa a numerose mostre collettive in Italia e all’estero.

Durante la settimana del design a Milano nel 2000 espone al Salone Satellite  dove vince il primo premio  del Design Report Award.

Nel 2009, Beppe Finessi cura  la sua prima mostra personale  alla Fabbrica del Vapore a Milano. Nel gennaio 2010 viene ospitata alla Triennale di Milano la sua seconda personale curata da Enzo Mari.

Nel 2011 vince il 1° Social design Prize promosso dall’ADI e nel  2013 partecipa alla VI edizione del Triennale Design Museum con un’’importante istallazione dedicata a Vico Magistretti. Dal 2014, cura l’allestimento delle mostre annuali alla Fondazione Magistretti a Milano. Parallelamente al suo lavoro di designer, dal 1998 svolge attività didattica presso diversi atenei e scuole di design come il Politecnico di Milano, lo Ied, La Naba, L’istituto Marangoni, L’Accademia di Belle Arti.

Ha insegnato inoltre all’isia di Firenze e di Faenza, alla facoltà di design di Bolzano e di Palermo.

Ha collaborato con Droog Design e con alcune aziende italiane come Driade, Fontana Arte, Danese,  Zani e Zani, Coop, Azzurra Ceramiche, Skitsch, Officinanove, Up Group, Bufalini Marmi, Basile Arteco Edizioni, Carrara Design factory, Robot City, Zava Illuminazione, Alfa Marmi, Roche Bobois.

Alcuni suoi progetti sono entrati nella collezione permanente del London Design Museum e del Montreal Museum of Fine Art.

Intervista a Paolo Ulian

Caro Dott. Ulian, parliamo subito di dolcezza, come ha ideato i “Finger Biscuit” che la Ferrero ha abbinato alla dolcissima Nutella ? E’ vero che furono già ideato 10 anni fa ?

Il progetto nasce nel 2004, fui invitato dall’Università di Design di Bolzano a partecipare a una mostra in cui i biscotti erano i protagonisti. Dovevamo pensare a delle nuove tipologie di biscotti, fuori dalle regole classiche. E allora, dopo averci pensato qualche giorno, una sera io e mio fratello Giuseppe ci siamo seduti davanti al tavolo e dopo qualche idea più o meno interessante abbiamo immaginato un biscotto da infilare al dito, come un ditale da cucito.

Inizialmente pensavamo al gesto di inzuppare il biscotto nel latte, ma poi, subito dopo arriva l’idea di abbinarlo a un gesto molto diffuso e che spesso si compie furtivamente: quello di intingere il dito nel barattolo di Nutella!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Ci saranno altre news, sempre per la Nutella, firmate Paolo Ulian ?

Per il momento no, ma sto aspettando che la Ferrero si decida a metterlo in produzione, sono dieci anni che l’azienda ha acquistato il progetto e, nonostante l’incredibile successo mediatico che questo biscotto ha avuto in tutto il mondo e che continua ancora ad avere, non mi hanno ancora chiamato per darmi la lieta notizia.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Un designer che non si ferma (naturalmente soltanto al dolce) ma anche ad altre progettazioni, ce n’è qualcuna di cui vuole parlarci ?

Sempre rimanendo nel campo del dolce, qualche anno fa avevo ideato una barretta di cioccolato, che ora é prodotta da “Costruttori di dolcezze”.

Una barretta con la forma di  righello, con i quadrotti numerati e divisi dalle caratteristiche tacche,  l’avevo chiamato “Golosimetro”.

Ma in quasi venticinque anni ho disegnato molte cose curiose, tra queste potrei ricordare il tappetino da bagno Mat-walk con le ciabatte incorporate (che è in vendita sul sito olandese di Droog design) .

Un’idea nata osservando l’abitudine di molti (tra cui anch’io) di usare il tappetino da bagno per effettuare piccoli spostamenti nella sala da bagno.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Quando pensa ad una creazione, che cosa prevale utilità o bellezza ? Entrambe ?

Sempre entrambe. Ma aggiungerei che per me é  indispensabile unire  all’utilità e alla bellezza anche una piccola dose di invenzione.