Questo è un piatto tipicamente fiorentino, simbolo della città Rinascimentale. Le origini risalgono alla celebrazione della festa di San Lorenzo e alla famiglia dei Medici.

La “fiorentina” (come viene chiamata a Firenze la bistecca alla fiorentina) è un taglio di carne proveniente dalla scottona o dal vitellone di razza chianina più precisamente dalla lombata. In inglese questo taglio vien definito t-bone steak non a caso questo taglio ha la classica forma a “T” in cui da una parte troviamo il filetto e dall’altra il controfiletto.

La particolarità di questo piatto è il mantenimento dell’osso e la cui cottura può essere fatta alla griglia, alla brace oppure “al sangue”.

La storia di questo piatto si dice risalga all’epoca della festa di San Lorenzo (10 Agosto), data in cui venivano distribuite grandi quantita’ di carne alla popolazione.

Alcuni invece affermano che questo piatto risalga addirittura all’epoca dei Medici che distribuivano quantità numerose di carne agli ospiti inglesi che venivano a Firenze.

Non a caso gli inglesi nell’’800 diedero un’alternativa alla t-bone steak, il roast beef

Preparazione :

Ingredienti

  • Bistecca di vitellone o scottona alta circa 4-5 cm circa
  • Sale grosso
  • Pepe
  • Olio di oliva

Per ottenere una buona bistecca alla fiorentina è opportuno seguire alcuni accorgimenti.

Il primo tra questi e’ quello di frollare la carne per circa 2 settimane nelle celle frigorifere (messa a macerare sotto sale e pepe).

Successivamente usare del carbone di quercia , di olivo o di leccio che utilizzerete per scaldar la griglia.

Dovrete scaldare la brace e dovete farvi cuocere la bistecca. E’ opportuno usare la brace in quanto se si usano piastre, griglie elettriche o a gas si rischia di far perdere il succo alla carne alterandone cosi’ la qualità.

Far cuocere la carne per 5 minuti circa per ogni parte e circa 7 min. ai bordi per far sparire le tracce di sangue.

Una volta pronta la carne salare e pepare e accompagnare a gradimento con insalata e fagioli cannellini.

Inoltre e’ ben consigliato accompagnare questo piatto con un buon vino rosso Chianti Classico.

Buon Appetito!