L’11 e il 12 di Novembre, all’Obihall, si è tenuto il primo Bricks in Florence Festival, che ha attirato migliaia di appassionati o di semplici curiosi a teatro. Eventi, giochi, esposizioni e tanto altro ancora hanno animato il fine settimana, rendendo un successo questo evento.

Tutti pazzi per i Lego

All’Obihall sono accorsi tutti, nonni, genitori, ragazzi, bambini, appassionati di tutte le età. Una grande festa dedicata a tutti coloro che continuano a divertirsi e a stupirsi grazie ai mattoncini colorati, inventati dal danese Ole Kirk Kristiansen.

La due giorni Bricks in Florence Festival, è stato un autentico successo, con tantissimi visitatori, talmente tanti che si registrava una notevole fila alla biglietteria anche durante l’ora di pranzo della domenica. Questo evento ha visto la luce grazie all’Italian Lego Users Group, con la collaborazione di Obihall, e alla ToscanaBricks. Questo gruppo è nato da un’idea di alcuni amici, appassionati di Lego, che si ponevano come scopo quello di accogliere nuovi appassionati, programmare attività, confrontarsi, migliorarsi e partecipare ai numerosi eventi ovviamente a tema Lego.

La mostra ha visto numerose attività svolgersi durante la due giorni, come, ad esempio, incontri dedicati all’introduzione della robotica educativa nella didattica scolastica utilizzando il kit Lego Educational. Il visitatore aveva, inoltre, la possibilità di poter contribuire a formare un mosaico grande come 12 metri quadrati e formato da 50.000 mattoncini. Vi era, inoltre, esposta la mostra fotografica del gruppo FoToGrAfIa CoStRuTtIvA.

L’attenzione di tutti, però, si focalizzava sulle creazioni, molte inedite, da parte degli esperti del genere. Girando per L’Obihall si poteva rimanere affascinati e sbalorditi dall’attenzione ai dettagli, dalla composizione, dalle idee messe in mostra da questi artisti. Si potevano ammirare vere e proprie città, con treni funzionanti, luna park, riproduzioni di scenari tanto cari ai fan di Star Wars. Vi erano anche richiami agli Avengers, riproduzioni di battaglie navali e di scontri tra tedeschi e americani durante la seconda guerra mondiale e tantissimo altro ancora.

Questo è stato un evento che ha fatto tornare bambini i tanti adulti presenti e che ha sbalordito la platea dei più piccoli che rimanevano a bocca aperta guardando queste creazioni.
Esempio di come anche un gioco semplice possa diventare un capolavoro.

Gallery