TENAX
Stagione 2017/2018 – 36° anniversario
Nobody’s Perfect!

Giovedì 7 dicembre 2017
Ben Klock (4 Hours Set), Hertz Collision

Sabato 9 dicembre 2017
Bosconi Soundsystem, Minimono, Nas1


via Pratese, 46 – apertura porte ore 22.30
ingresso (vietato ai minori di 18 anni)
Giovedì 7 dicembre: ingresso 20/25 €
Sabato 9 dicembre: 10/12 €

Settimana intensa per il Tenax che fra giovedì 7 e sabato 9 dicembre vedrà ancora una volta protagonista il meglio della musica elettronica internazionale: ad aprire le danze giovedì 7 l’attesissimo set di 4 ore di Ben Klock e, in chiusura, il duo Hertz Collision; a seguire, sabato 9 il dancefloor si accenderà con Bosconi Soundsystem, Minimono e Nas1, tutti i più talentuosi artisti della Bosconi Records in una sola notte.

Giovedì 7 dicembre il Tenax apre le sue porte per animare il lungo ponte dell’Immacolata con grandi protagonisti della scena elettronica internazionale (ingresso 20/25 € – apertura porte ore 22:30). 
In apertura, l’epico set di 4 ore di
Ben Klock: dj, produttore e fondatore della Klockworks label, Ben Klock è senza dubbio uno dei personaggi più significativi della scena techno contemporanea.
DJ Resident del Berghain dal 2005, con le sue celebri “maratone techno” ha creato set ipnotici, profondi e intrisi di groove; i suoi dischi – usciti con la
OstGut Ton e con la Klockworks (fondata nel 2006) – gli hanno fatto guadagnare negli ultimi anni un’eccellente reputazione a livello internazionale. Come si evince da “One”, album di debutto prodotto dalla OstGut Ton, la sua musica è libera da qualsiasi opprimente nostalgia. Ci sono tracce di consistenza, tensione e dinamicità combinate con l’emotività che sempre ci si aspetta dalla house music. La capacità di unire l’austerità dell’industrial alla musicalità dell’elettronica contraddistingue da sempre la sua arte e il suo grande talento.

A seguire, il dj set di Herzt Collision: duo elettronico fondato nel 2009 da Francesco Profeti e Pietro Franchini, Herzt Collision è un progetto che unisce graphic design, sound design, produzione musicale e performance live. Dopo la pubblicazione con etichette di rilievo quali Tono Limited, Serial Number 849, Concrete Music e Dynamic Reflection, nel 2015 il duo è stato invitato a Strasburgo da Munfaktur Crew per suonare accanto a Johanna Knutsson. Nel 2016 pubblica con la celebre Choice Records, suonando insieme ad artisti di rilievo internazionale quali Wrong Assessment e Savas Pascalidis.

Sabato 9 dicembre, il Tenax si apre con una nuova serata di Nobody’s Perfect!: ad appiccare il fuoco il trio Bosconi SoundSystem aka Fabio Della Torre, Mass Prod and Rufus (ingresso 10/12 € – apertura porte ore 22:30) . Nato come progetto basato sul concetti di djing e di crew, dove l’idea del gruppo, la sinergia, l’amore per la musica senza compromessi, sono i suoi punti cardine, Bosconi Soundsystem è allo stesso tempo futurista e old school: parte da un’idea di flusso libero che esplora varie sfaccettature della club music, passando dal downbeat all’house, dalla techno alla disco fino alle sonorità più spezzate del garage inglese o a generi più avanguardisti senza coordinate temporali, sempre alla ricerca di nuovi stili e fusioni sonore.

A seguire, le due colonne portanti della Bosconi Records, Fabio Della Torre e Ennio Colaci con il duo Minimono. Nato come progetto multimediale che transita da installazioni sonore a progetti di grapich design fino a spettacoli teatrali, solo nel 2002 – quando Fabio Della Torre incontra il batterista e produttore elettronico Ennio Colaci – Minimono diventa un progetto musicale esclusivo e appassionato. Il loro intento è quello di fondere le proprie esperienze musicali in una nuova produzione techno attraverso la manipolazione sonora fatta di esperimenti minimali, mantenendo vivo qualche beat di funky e combinando la funzionalità dancefloor con l’enfasi della melodia più ricercata.
In chiusura, il dj set di
Nas1, talentuoso duo bolognese che, nonostante la giovane età, non ha paura di cimentarsi in un genere solitamente appannaggio di grandi esperti della consolle e della produzione, ossia quello della house lenta, sensuale e cruda che trova in Theo Parrish il più grande luminare. Dopo la pubblicazione del primo EP – composto da ben 5 pezzi – con la Bosconi Records, Nas1 è stato notato da Nick Anthony Simoncino che ha incluso due loro tracce nella sua compilation della Hotmix Records.