Da stasera fino a Domenica 31 Dicembre, la Compagnia della Rancia presenta al Teatro Verdi di Firenze il celebre Musical Grease, per la Regia di Saverio Marconi

Il Musical nasce nel 1971 da un’idea di Non Jacobs e Warren Casey. Un Musical che debuttò nel 1972 Off Broadway e nel 1978 divenne un film diretto da Randal Kleiser, con John Travolta e Olivia Newton-John, divenuto nel tempo un vero fenomeno cinematografico.

Oggi il nostro giornale ha il piacere di incontrare telefonicamente Lucia Blanco, la Sandy del Musical.

Lucia, nata ad Augusta, ma  che dopo gli studi scolastici, si trasferì  a Milano, per diplomarsi alla SDM  (Scuola del Musical), vanta  un’esperienza nel mondo del Musical dal 2007, ha affrontato altre esperienze teatrali, da La Bella e la Bestia a Mamma Mia, da Dirty Dancing a Footloose. Oggi è con noi per parlarci del suo personaggio e del Musical che la porterà a Firenze.

Ciao Lucia, a breve sarai sul palco del Verdi di Firenze per interpretare Sandy, un personaggio che fu di Olivia Newton-John al cinema, diventando un vero culto. Come lo hai affrontato ?

Ciao Angela, all’inizio ero molto preoccupata per il fatto di dovermi mettere in discussione con un ruolo così importante e famoso, tanto da pensare di non essere all’altezza e soprattutto pensavo di non avere dentro me quella dolcezza, sensibilità  e semplicità che possiede Sandy, visto che nella vita io sono molto esuberante e strong.

La parte finale non mi preoccupava, perché con un tacco a spillo mi trovo molto a mio agio. Invece poi, con il lavoro e lo studio del personaggio ho trovato quelle caratteristiche che pensavo di aver dimenticato, quali l’essere romantica, fragile e dipendente dal comportamento di un uomo. Sandy all’inizio è  così! Invece devo dire che  non è stato  poi così difficile come avevo pensato. Per cui mi sono lasciata andare, d’altronde siamo tutte delle Sandy travestite da Rizzo. Cerchiamo di essere forti ma abbiamo quell’anima fragile e sensibile che talvolta mettiamo da parte come una sorta di protezione.

Secondo te, qual è il segreto del successo di questo Musical ? E com’è lavorare col tuo partner Guglielmo Scilla  e con la compagnia tutta ?

Io credo che lo spettacolo è  incredibilmente divertente. La storia la  conosciamo e come hai detto tu, il film è un cult. Le musiche di Grease risuonano in tutte le discoteche, chiunque le conosce e tutti sanno la coreografia, talvolta senza aver visto il film. È  una di quelle storie con delle musiche che ti entrano dentro e non ti lasciano più, sono intramontabili, come per me lo può essere Michel Jackson. Portarlo  su un palcoscenico dal vivo, vedere le stesse coreografie del film, con i costumi tipici degli anni ’50, è  veramente di effetto. E ti dirò di più, che per tutte le volte che in scena partono le musiche più note, il pubblico è  come se si alzasse dalla sedia. Per cui il segreto di questo spettacolo è  nelle musiche.

Per quanto riguarda la Compagnia,  è veramente eccezionale , siamo tutti dei performer molto competenti  professionali e tutti con un grande cuore. Siamo molto affiatati e sul palco si vede.

Gugliemo è  stata una bellissima scoperta, sai lui arriva totalmente da un altro mondo rispetto a noi, ma si è buttato  a capofitto e continua a farlo ed è stato una persona incredibilmente umile e alla mano. Tanto professionista sul lavoro, si concentra molto mettendosi ogni volta a servizio della storia. Il suo è   un Danny Zuko decisamente diverso da come si immagino il ruolo interpretato da John Travolta. È  un po’ più moderno, infatti per affrontare il personaggio ha trovato una chiave più moderna, come i tipici ragazzi di oggi e  molto più buffa, che lo ha reso molto più reale e  simpatico.

Per quel che riguarda la carriera nel mondo del Teatro e dell’arte in generale, sono fondamentali impegno, sacrifici e professionalità oltre che ad una dose di talento. Dal tuo punto di vista di studio e professionale, cos ti senti di dire ai giovani di oggi che sono incantati dalla facile visibilità e dal tutto e subito?  

A tal proposito io dico sempre delle cose. Infatti, io sono anche un’insegnante e  spesso ai miei alunni come consiglio, dico sempre di essere molto determinati nel voler fare questo lavoro, devono essere spinti da una  passione molto forte, perché non è un mestiere facile.

Il Musical non è  per tutti! Ballare, cantare e recitare non è davvero per tutti. Lo devi volere tanto, quindi se prendi porte in  faccia o ricevi delle parole di rifiuto, non devi mai abbatterti se è quello che vuoi fare, devi avere la tenacia di andare avanti nonostante tutto. Se poi sei leggermente titubante  allora lascia perdere. Io parlo per me, infatti non  ho mai pensato di fare qualcos’altro di ciò che sto facendo.  Personalmente sono stata come un treno che non si ferma.

La seconda cosa che dico ai ragazzi è  che bisogna assolutamente studiare, essere come spugne, arricchirsi di qualsiasi informazione e tecnica e di studiare con più persone. A tutt’oggi sono anch’io una spugna con i miei allievi e colleghi, perché non si finisce mai di imparare.  Quindi ragazzi, siate come spugne per prendere più informazioni, senza distrarsi mai.

Sei mai stata a Firenze ?A modo tuo vorresti fare un invito al pubblico di Firenze a  venire a vedervi ?

Sono già stata a Firenze!

Allora, miei cari fiorentini, sono Lucia Blanco ovviamente la Sandy di Grease, vi aspetto al Teatro Verdi di Firenze dal 29 al 31 dicembre. Dai che festeggiamo insieme il Capodanno: “ Restiamo insieme con ramalamalama cadididindidon…”

Vi aspetto!

Un grazie  a Lucia Blanco per la sua cortese disponibilità!