La cucina toscana è una delle piu’ variegate d’Italia, essa conta infatti con tantissime pietanze la maggior parte delle quali risalenti al periodo di guerra.

Ecco una top 10 dei 10 piatti piu’ comuni in Toscana.

Pappa al pomodoro

È un piatto nettamente vegetariano a base di pomodoro, aglio, pane toscano raffermo , olio di oliva, basilico ed una punta di peperoncino

Questo piatto si caratterizza dal fatto che veniva preparato con ingredienti poveri e facendo questa preparazione si cercava di ridurre gli sprechi.

Ribollita

Zuppa tipica toscana contenente cavolo nero, fagioli, carote e cipolle.

È un piatto invernale tipico della tradizione contadina toscana ed è molto nutriente.

Come ingrediente principale ha il pane toscano raffermo.

Panzanella

Ennesima ricetta a base di pane toscano raffermo, basilico, pomodori, cetriolo e cipolla rossa. Questa è una ricetta tipicamente estiva in quanto va servita fredda.

Il pane deve essere lasciato a mollo in acqua per una decina di minuti, dopodichè viene strizzato e si aggiungono gli altri ingredienti.

Castagnaccio

È un dolce tipicamente toscano fatto con della farina di castagna, uvetta, pinoli, noci e rosmarino.

È un dolce autunnale.

Panigacci

Dischi di pane non lievitato tipico della Lunigiana, si accompagnano bene con salse, formaggio spalmabile ed affettati.

Bistecca alla fiorentina

Piatto tipico fiorentino, servito al sangue, va cotto 5 minuti per senso e successivamente salato e pepato.

Lardo di Colonnata

Tra le Alpi Apuane, vicino Carrara, nasce il famoso salume di Colonnata.

È un prodotto IGP e viene prodotto con lardo suino che viene fatto stagionare dai 6 ai 10 mesi in delle conche di marmo agliato. Per ottenere un buon lardo bisogna condire il lardo, con pepe, cannella, chiodi di garofano, coriandolo, salvia e rosmarino.

Torta co’ Bischeri

Dolce tipico pisano a base di pasta frolla e con un ripieno di cioccolata, riso bollito, uvetta, uova, pinoli, frutta candita, noce moscata e liquore.

La torta è tonda ma i bordi vengono ripiegati e viene rigorosamente servita intorno al 28 aprile a Pontasserchio.

Lampredotto

Viene chiamato cosi’ perchè ricorda la bocca della lampreda, un pesce che era presente sull’Arno.

Il lampredotto è fatto con l’abomaso, uno dei quattro intestini del bovino.

Viene cotto a lungo in acqua insieme a cipolla, pomodoro, sedano e prezzemolo.

Viene mangiato da solo o nei panini, con o senza la gustosa salsina verde.