Lorenzo Baglioni, noto attore e comico fiorentino, salirà sul palco di “San Remo”: prima del grande momento, siamo riusciti a raggiungerlo per un’intervista esclusiva

INTERVISTA A LORENZO BAGLIONI

Carissimo Lorenzo, innanzitutto grazie per la tua disponibilità. “Il Congiuntivo”, canzone che ti ha dato l’accesso a S. Remo. Come ti senti ? Emozionato ? Ci credi ?

Molto emozionato, Sanremo è un sogno, e ci credo perché bisogna sempre credere nei sogni! Chi avrebbe mai detto che una canzone che parla del congiuntivo potesse arrivare sul palco dell’Ariston? Un motivo in più per crederci sempre e comunque!

 “Il Congiuntivo” è l’inizio di un nuovo album ?

Esatto! A Febbraio, dopo Sanremo, uscirà “BELLA, PROF!”, 12 canzoni didattiche che spazieranno tra vari argomenti dello scolastici, dalla perifrastica passiva, ai principi della termodinamica, dalla classificazione dei silicati, alla fisiologia del muscolo cardiaco.

Oltre alla musica, sei un attore e un comico fiorentino. In questo caso, andando a S. Remo, ha prevalso la musica?

Beh, considerando che la canzone comincia coniugando il verbo essere al congiuntivo direi che anche la comicità me la sono tenuta stretta!

Cosa ti aspetti da S. Remo ? 

Spero di riuscire a divertirmi, che è la cosa che metto sempre prima di tutto. Se non mi diverto io difficile che si divertano gli altri! 

Quale messaggio vuole dare “Il Congiuntivo”  ?

Che una didattica differente è possibile! E’ un po’ una provocazione, come tutto il disco sarà. Anche le cose che siamo abituati a considerare noiose possono diventare piacevoli, basta cambiare il punto di vista!

La foto in preview all’articolo (con il teschio) è di Gianluca Zati