Segnaliamo una nuova opportunità di lavoro a Firenze. Il Comune ha indetto un concorso pubblico per l’assunzione a tempo pieno di sei Istruttori Direttivi Tecnici – Cat. D, posizione economica D1. 

Previste assunzioni a tempo pieno e indeterminato. Sarà possibile candidarsi al bando fino al 22 Febbraio 2018.

Questi, i requisiti richiesti:

Possono partecipare al concorso del Comune di Firenze i candidati in possesso dei requisiti di seguito riassunti:

– cittadinanza italiana o cittadinanza di altro Stato appartenente all’Unione Europea o di altre categorie previste dal bando;

– età non inferiore agli anni 18;

– idoneità fisica all’impiego;

– godimento del diritto di elettorato politico attivo. Per i cittadini di altri Stati dell’Unione Europea e per i cittadini extracomunitari tale requisito dovrà essere posseduto nel paese di appartenenza o provenienza;

– non avere riportato condanne penali, anche con sentenza non passata in giudicato, non essere sottoposto a misura restrittiva della libertà personale;

– non essere stati destituiti o dispensati dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, non essere stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico, non aver subito un licenziamento disciplinare o un licenziamento per giusta causa dall’impiego presso una pubblica amministrazione;

– posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva (solo per i cittadini italiani di sesso maschile nati entro il 31.12.1985) o posizione regolare nei confronti dell’obbligo di leva previsto dagli ordinamenti del paese di appartenenza (solo per i cittadini non italiani);

almeno una tra le seguenti Lauree: Laurea Magistrale (LM – DM 270/04) in Architettura e ingegneria edile-architettura, Ingegneria civile, Ingegneria dei sistemi edilizi, Ingegneria della sicurezza, Ingegneria per l’ambiente e il territorio. Oppure Laurea Specialistica (LS – DM 509/99 classi 4/S o 28S o 38/S) o Diploma di Laurea (DL) vecchio ordinamento equiparati ad una delle classi di Laurea Magistrale sopra specificate. Oppure Laurea triennale (L – DM 270/2004) in Scienze dell’architettura, Scienze e tecniche dell’edilizia, Ingegneria civile e ambientale o Laurea DM 509/99 (classe 4 e classe 8);

– abilitazione all’esercizio della professione di ingegnere o iscrizione al relativo Albo professionale.

Qualora il numero delle domande sia tale da non consentire l’espletamento del concorso in tempi rapidi, a insindacabile giudizio dell’Amministrazione sarà effettuata una prova preselettiva. La prova consisterà in quiz di tipo professionale sulle materie previste dal programma di esame e in quiz di tipo logico-matematico.

Alla domanda sarà necessario allegare la seguente documentazione:

– l’attestazione comprovante l’avvenuto pagamento della tassa di € 10,00 (non rimborsabile);

– documentazione attestante la ricorrenza di una delle condizioni di cui all’art. 38 del D. Lgs. 30.3.2001, n. 165 come modificato dall’art. 7 della L. 6.8.2013, n. 97 (solo per i cittadini extracomunitari);

– certificazione medica attestante lo specifico handicap, pena la mancata fruizione del beneficio di ausili necessari e/o tempi aggiuntivi (solo per i candidati che richiedono di sostenere la prova di esame con ausili e/o tempi aggiuntivi);

– certificazione medica attestante lo stato di handicap e la certificazione da cui risulti un’invalidità uguale o superiore all’80% (solo per i candidati che richiedono l’esonero dalla prova preselettiva);

– idonea documentazione rilasciata dalle autorità competenti attestante il riconoscimento dell’equipollenza del proprio titolo di studio estero a uno di quelli richiesti dal bando;

– fotocopia del documento di identità in corso di validità;

– eventuale certificato dell’Ateneo di cui all’art. 3 comma 1 lett.h).