“Romeo e Giulietta”al “Teatro Verdi” di Firenze da Giovedì 10 a Domenica 13 Maggio. Straordinaria replica Domenica 13 Maggio con due appuntamenti lo stesso giorno: alle ore 16:45 e alle ore 21:00. Nel cast artistico Silvia Querci, bravissima cantante e attrice fiorentina, nella parte della nutrice di Giulietta (Giulia Luzi)

INTERVISTA A SILVIA QUERCI

Silvia Querci, grande artista toscana … Per una cantante e un’attrice come te, come ti senti a lavorare “in casa” ?  E’ più emozionante dell’Arena di Verona ?

Non c’è dubbio che la prima, in scena all’Arena di Verona, è stata più che emozionante … Mi tremavano le gambe ! Naturalmente, calcare anche un palco della propria città,  “giocando in casa” si ricevono delle vibrazioni intense, proprio nello stesso modo …

Questo, non è il tuo primo musical, hai lavorato anche in “Pinocchio” ?

Si, “Pinocchio” dei “Pooh” e Riccardo Cocciante mi chiese di prendere parte nel “suo” “Giulietta e Romeo” con i testi di Pasquale Panella nel 2007.

Come hai costruito, nel senso come “lo hai fatto tuo”,  il personaggio della nutrice in “Romeo e Giulietta” ?

Devo dire che ogni attore e/o artista, dona indubbiamente un contributo personale ad ogni personaggio che interpreta. Il ruolo della balia di Giulietta, è un ruolo molto “materno”.  Difatti, non è la madre biologica della fanciulla ma, in qualche modo, è come se lo fosse. Un tempo, i figli dei ricchi venivano cresciuti dalle balie per cui fra la nutrice di Giulietta  e la protagonista vi è un rapporto affettuoso, di fiducia, proprio come tra una vera madre e una figlia.

Qual è stata la “chiave di interpretazione” per la “tua nutrice” ?

Essendo mamma nella vita reale, ho attinto da quella che è la mia esperienza “vera” per dare un tocco personale a questa dolcissima balia.

C’è un momento più bello del musical per quel che riguarda il tuo personaggio oppure dello spettacolo in generale ?

Di momenti ce ne sono tanti, davvero … Un po’ perché la storia di “Romeo e Giulietta” è bella per antonomasia, forse la più bella storia d’amore di tutti i tempi. Ci sono tanti momenti toccanti: dalla morte di Mercuzio, al “famoso” bacio sul balcone. Un altro momento, che riguarda il mio personaggio, quando la balia trova Giulietta apparentemente morta … Una scena “dura ed emotiva”.

Fuori dalle scene, com’è il tuo rapporto con Giulia Luzi ?

Giulia, è una ragazza giovanissima dotata di immenso talento artistico. Il nostro rapporto è bellissimo sia come amiche che come colleghe. Intelligente, determinata,dotata di  una “testa notevole”.

I tuoi prossimi impegni lavorativi dopo “Romeo e Giulietta” ?

Lavorerò ad un bellissimo progetto nel prossimo autunno … Oltre al musical, insegno e terrò il 24 Giugno a Calenzano, insieme a Luca Giacomelli e con Ferrarini (il nostro Mercuzio), uno stage per cantanti, ma anche per tutti coloro che sono innamorati della musica …

 

Ti piace molto lavorare nel musical ?

Da quando ho iniziato, sono rimasta in questo settore, con immensa passione. Nasco come cantante e successivamente ho abbracciato la carriera di attrice.

Alla fine degli anni ’80 e inizi anni ’90, non esistevano tutti quei master o accademie che esistono all’oggi . Ho fatto tanta gavetta: pianobar, serate, ecc … La vera palestra era il lavoro e credo che oltre alla formazione (naturalmente, necessaria), sia importante “lavorare sul campo”.

La mia esperienza inizia da giovanissima, avendo avuto due genitori artisti che mi hanno trasmesso, fin da subito, tanto amore per questo mestiere.

Per info e contatti di Silvia Querci:

https://www.facebook.com/silviaquerciofficial/

Per “Romeo e Giulietta”al “Teatro Verdi”:

http://www.teatroverdifirenze.it/info/