Articolo e foto di Dario Baldi

L’allenatore della Nazionale

Chicco Blengini: “Sono soddisfatto prima di tutto per il risultato, abbiamo fatto una bella partita anche dal punto di vista dalla parte tecnica. Abbiamo risolto dei problemi che avevamo con la loro battuta flot ad inizio gara, abbiamo fatto diverse cose buone ma ogni partita ha una storia a sé. Tutte le partite sono difficili, nessuno sa dove le partite prendono una svolta o una inerzia particolare. Le partite girano in qualsiasi momento, sono intense fino a quasi l’ultimo pallone. Se si ha fretta nelle partite non si può lavorare con la giusta lucidità nelle situazioni critiche. La squadra è stata brava, ci piace giocare bene e siamo orgogliosi e gratificati dalla voglia che c’è di vedere questi ragazzi”.

Filippo Lanza lo schiacciatore azzurro

Filippo Lanza: “Siamo stati grandiosi dal primo all’ultimo set, li abbiamo messi in difficoltà in tutti i parziali e il Belgio ha trovato sempre una Italia organizzata in muro-difesa. Una partita in difesa per te? Ho difeso molto, difesa significa desiderio, significa mantenere il pallone sempre vivo e stasera ce ne sono state tante. Sabato c’è l’Argentina di Velasco, anche se sei giovane cosa significa per te? Sicuramente Velasco è il simbolo della pallavolo e mentore di una mentalità e di tanti modi di giocare, ma quando lo si trova dall’altra parte della rete non si guarda in faccia a nessuno. E Firenze cosa vi ha dato? Ritrovare il Mandela Forum pieno ci darà una energia in più, è bello perché si vive la pallavolo uno sport che si vive poco nelle grandi città. La risposta di Firenze è stata un sold-out che ha messo i brividi anche a noi.

Massimo Colaci Libero

Massimo Colaci: “Una grande partita e una grande vittoria, il pubblico ci ha aiutato tantissimo, uno spettacolo incredibile. L’anno scorso, col Belgio, abbiamo giocato male ma eravamo un’altra squadra nella quale mancavano alcuni elementi importanti. E’ Bellissimo giocare al Mandela pieno, c’era una atmosfera incredibile, il pubblico ci ha aiutato dal primo all’ultimo. Firenze ci ha dato una grossa mano e so che ce la darà anche nelle prossime gare.

Osmanij Juatorena

Osmanij Juantorena: “E’ andata benissimo, il Belgio è una grande squadra ma siamo stati bravi specie nel primo stando sempre attaccati a loro. Ci tenevamo tanto a fare una bella partita dopo l’anno scorso, ma intanto abbiamo aggiunto tre punti alla nostra classifica. La squadra è in salute, il gruppo c’è, testa bassa che Sabato sarà durissima. E’ un mondiale e nessuno ti regala niente. E’ bellissimo giocare davanti a questo pubblico, ero emozionato. Ringrazio Firenze.