Pitti Immagine Uomo è tornato a Firenze per l’edizione numero 95. Tantissimi i marchi, quasi la metà provengono dall’estero. Tanti gli eventi che si articolano in città e in Fortezza da Basso come tanti gli ospiti attesi.

Con la cerimonia d’apertura, tenutasi nel Salone dei Cinquecento, ha preso avvio la novantacinquesima edizione di Pitti Immagine Uomo.

Per chi non conoscesse questo evento di respiro internazionale, Pitti Immagine Uomo è una manifestazione per il menswear e il lifestyle contemporaneo.

Dall’8 all’11 di gennaio la Fortezza da Basso si riempirà di stand di 1230 marchi, dei quali almeno il 46% provengono dall’estero (in totale saranno infatti 568). Per l’edizione invernale dello scorso anno arrivarono circa 36.000 visitatori e 25.000 i compratori (9.200 provenivano dall’estero).

Con questa edizione, Pitti Immagine Uomo compie trent’anni. Fu nel gennaio del 1989, infatti, che il Centro Moda ha cominciato a darsi la nuova denominazione Pitti immagine. Per festeggiare questo traguardo è stato deciso di emettere un francobollo ufficiale di Pitti per il quale Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine, ha tenuto a ringraziare Poste Italiane.

Per la prima giornata, era ospite del marchio Kejo Ludovica Pagani, influencer, modella e showgirl.

In serata si è tenuta, invece, un evento di Laboratori Italiani realizzato dalla Win Effect all’Auditorium Santo Stefano al Ponte.