Sono molte le persone che nella loro vita decidono di intraprendere un’attività di volontariato all’interno di un’associazione. Le possibilità sono molto ampie e chiunque può trovare l’ambito che più si addice al proprio modo di essere. 

Tra le molte realtà di volontariato ce n’è una particolarmente importante che è nata nella nostra amata città. Firenze è il luogo in cui poco meno di otto secoli fa, nel 1244 nacque la prima associazione privata di volontariato al mondo: la “Venerabile Arciconfraternita della Misericordia di Firenze”. Persone particolarmente importanti nella storia ne hanno fatto parte e i loro nomi sono impressi nei registri custoditi nell’archivio. Un Esempio? Lorenzo Il Magnifico. 

 

Questa associazione però non è l’unica che svolge servizi di volontariato sanitario, fortunatamente nel nostro territorio ne sono presenti molte. Le persone che ne fanno parte dedicano il proprio tempo a chi ha bisogno di aiuto, indossano una divisa offrendo molti servizi alla cittadinanza tra cui è assolutamente da ricordare l’importanza degli interventi di primo soccorso in collaborazione col 118. 

Molte persone ogni anno si iscrivono a queste associazioni, frequentano corsi di formazione, sostengono esami per offrire un aiuto tempestivo e competente in situazioni di emergenza. Quando queste persone decidono di far parte di tale realtà non dedicano solo il proprio tempo, ma mettono cuore e passione per svolgere un’attività che reputano di vitale importanza. Questi volontari fanno una scelta che gli accompagnerà in qualsiasi momento della loro vita perché apprendono protocolli che possono salvare la vita ad un’altra persona e fare la differenza in situazioni critiche. 

Le ragioni per cui una persona può prendere tale decisione possono essere molteplici, ognuno ha la propria storia, ciò che è importante è il fatto che tutte condividono un unico fine che è quello di fare del bene. C’è chi comincia quando è molto giovane, altri da adulti, ma il bello di queste associazioni è che persone di e anche notevolmente diverse si ritrovano a passare de tempo insieme perché credono fermamente in una stessa cosa. In certi luoghi nascono amicizie e legami assolutamente speciali. 

Purtroppo questa realtà non esiste ovunque. Da una parte l’Italia dal punto di vista della conoscenza delle manovre di primo soccorso a livello cittadino è piuttosto arretrata rispetto ad altri paesi, ma dall’altra parte è presente un maggior numero di associazioni che si dedicano a questo. Un volontario sanitario però è tale in qualunque luogo si trovi. Nonostante ci possano essere protocolli diversi, queste persone sono preparate ad agire e a fare ciò che è stato loro insegnato per aiutare il prossimo. Quando una persona ha bisogno di aiuto non importa in paese in cui si trovi, nella sua mente del volontario scorrono i protocolli appresi e comincia ad eseguirli. Essere un volontario del settore sanitario è una grande responsabilità in ogni occasione e in qualsiasi luogo del mondo. Un volontario non conosce confini se qualcuno ha bisogno di lui e sa che può aiutarlo.