Fortezza da Basso, al via dalla prossima estate i lavori per il recupero e la valorizzazione del polo fieristico-congressuale

“Un centro di eccellenza unico in Europa, grazie anche alla nuova linea della tranvia e al futuro aeroporto di Peretola che farà della Fortezza da Basso un polo fieristico e congressuale davvero suggestivo e funzionale alle esigenze di tutti”, così il Presidente della Commissione Urbanistica Leonardo Bieber commenta la risposta dell’assessore Bettarini ad un suo question time sui prossimi lavori di recupero e valorizzazione alla Fortezza da Basso.”

68 milioni il finanziamento, di cui 12 dalla Regione Toscana, 12 dal Comune di Firenze, 12 dalla Città metropolitana, 12 dalla Camera di Commercio e 20 dal Patto per Firenze per l’attuazione del primo stralcio del Piano: il bando per l’aggiudicazione dei lavori terminerà il prossimo 8 marzo, ed entro l’estate prenderanno il via i primi interventi, che oltre al restauro dei bastioni e la realizzazione del nuovo padiglione centrale Bellavista prevede interventi anche sui padiglioni Spadolini e Cavaniglia.

“Con la nuova linea della tranvia e la futura pista di Peretola – spiega Bieber –, Firenze avrà alla Fortezza un centro davvero unico: in pieno centro città e collegato attraverso la tramvia con un aeroporto efficiente e con la stazione di Santa Maria Novella. Ma non solo: i lavori infatti riguarderanno anche il restauro dei bastioni, che torneranno accessibili per i cittadini. Un intervento dunque che non solo potenzierà il nostro polo fieristico e congressuale, ma che resistuirà anche nel suo antico splendore l’opera del Sangallo”.

“Servirà qualche anno, anche perché il polo resterà in piena attività durante tutta la durata dei lavori, ma Firenze si proietta decisamente nel futuro anche grazie a questo intervento che rappresenta un altro tassello della crescita economica e culturale della città” conclude il presidente Bieber