Firenze è stata inserita tra le 25 città più belle del mondo, nella classifica del 2019. Secondo molte persone e molte riviste, si tratta della città più bella del mondo. Aria medievale e rinascimentale, arte e simboli che hanno attraversato la storia e i secoli, bellezza da contemplare e condividere e, infine, meta turistica da parte di viaggiatori provenienti da tutto il mondo. Viene da chiedersi una cosa: in prossimità delle vacanze, soprattutto estive, dove andranno i fiorentini? Infatti, essendo abituati a cotanta bellezza, quali saranno le mete preferite quando anche loro decideranno di lasciare la città?

Quanti scelgono la vacanza

Una recente rilevazione ha dimostrato che ben il 60% dei fiorentini decide di staccare dalla routine concedendosi una meritata vacanza. La percentuale, inoltre, dimostra una tendenza in crescita. Conseguentemente diminuisce il numero di coloro che non andranno in vacanza, mentre diminuisce, di circa la metà, il numero di coloro che sceglieranno una mini vacanza nel week end. Questo dimostra la necessità di staccare per un tempo superiore, visto che ad un week end last minute ogni tanto, si preferisce per certo una vacanza organizzata e più lunga. La durata media della vacanza, infatti, è stimata in almeno 10 giorni consecutivi, ovvero 2 settimane lavorative.

Quando si parte e le mete preferite

Si preferisce la vacanza per eccellenza, cioè durante il periodo estivo e, specialmente, in agosto. Piena stagione, dunque, collocata in particolare durante le prime 3 settimane del mese. La maggior parte sceglie di cumulare i giorni a disposizione per garantirsi un unico periodo più lungo di vacanza. In quanto alle mete preferite dai fiorentini, al primo posto c’è la spiaggia: oltre alla vicina Versilia, meta prediletta da sempre, sono ambite le maggiori località di mare della costa italiana, nonchè Sardegna e Sicilia. Seguono ma con un importante distacco, la montagna e altre località turistiche. La preferenza è assegnata a località balneari italiane, infatti ben 6 fiorentini su 10 scelgono così. La prima meta è il litorale toscano, seguono altre località italiane. In ogni caso, solo il 7% sceglie il mare estero.

Le vacanze “stravaganti” della minoranza

Se il mare resta la destinazione più desiderata, per una classica vacanza dedicata all’abbronzatura e al relax, c’è una parte di fiorentini che sceglie diversamente. Mete curiose e insolite che possono fornire nuove idee per una vacanza diversa e che rispondono ad esigenze che, però, insolite non sono. Ad esempio, si pensi al bisogno di calma, silenzio e tranquillità, prerogative realizzabili solo in vacanza e desiderate per tutto l’anno. La routine, il lavoro e gli impegni sempre presenti e in misura crescente, fanno infatti desiderare di più una vacanza all’insegna del bisogno di ricaricare e rigenerare le energie, disintossicandosi dallo stress accumulato. Ecco perché una meta abbastanza richiesta è quella collocata all’interno di monasteri, conventi, eremi e abbazie. Oltre al grande fascino storico queste mete offrono, specialmente, una cosa che nella vita di tutti i giorni e anche durante le comuni vacanze è rara, e cioè il silenzio. Credenti o meno non è questo il punto. La vacanza in questi luoghi offre la possibilità di riordinare le idee, riflettere e, soprattutto, riposare non solo il corpo ma anche e soprattutto la mente. Inoltre, c’è la possibilità di essere accompagnati, in questa esperienza, da una guida spirituale. Altra proposta in crescita, che risulta incontrare il favore dei fiorentini, è la vacanza per dedicarsi al proprio benessere. Si ricercano sempre più resort in mezzo alla natura, in cui concedersi trattamenti salutari, approfittare per mangiare sanofare sport e passare molto tempo all’aria aperta. Le escursioni a piedi o in bicicletta sono sempre più richieste e dimostrano la voglia di recuperare quel contatto con l’ambiente, desiderato soprattutto da chi vive in città e lavora in ufficio.