fbpx

Insieme alla spesa, si potrà ordinare anche l’uovo di Pasqua ATT, il cui ricavato andrà totalmente in beneficenza all’Associazione Tumori Toscana. Il presidente dell’ATT Giuseppe Spinelli: “in aumento la richiesta di cure domiciliari gratuite, ma a causa del Covid sono diminuite le attività di raccolta fondi che ci permettono di andare avanti”. Il presidente del consorzio del Mercato di Sant’Ambrogio Luca Menoni: “volentieri ci mettiamo al servizio di questa bella iniziativa. Siamo sicuri che i fiorentini dimostreranno il loro grande cuore”.

“Non mettiamo in quarantena la solidarietà”. È con questo slogan che i commercianti del Mercato di Sant’Ambrogio a Firenze si sono messi a disposizione dell’Associazione Tumori Toscana per la distribuzione delle uova di cioccolato, che come ogni anno servono a raccogliere fondi per portare avanti le cure domiciliari gratuite a sostegno dei malati di tumore e delle loro famiglie. Così, facendo la spesa al mercato – uno dei più antichi e amati della città – o anche ordinandole per la consegna a domicilio, si potranno acquistare le uova con sorpresa targate ATT (350 grammi di cioccolato di alta qualità, da scegliere tra fondente o al latte), oppure un sacchettino di coniglietti di cioccolato.

“L’emergenza causata dalla diffusione del Coronavirus ha generato, nelle ultime tre settimane, un notevole aumento delle richieste di cure domiciliari gratuite, ma una drastica riduzione delle donazioni che ci servono a mandare avanti le nostre attività. La causa? La sospensione forzata delle attività di NON raccolta fondi”, spiega il presidente dell’Associazione Tumori Toscana Giuseppe Spinelli. “Per questo motivo siamo particolarmente grati a Luca Menoni, presidente del consorzio interno Mercato Sant’Ambrogio, e a tutti gli operatori del mercato per il loro generoso gesto a sostegno dei malati di tumore che, soprattutto in questo momento difficile, sono più fragili ed hanno bisogno di essere protetti più del solito, in modo che non si debbano sentire mai soli. Desidero ringraziare anche Federico Gianassi, assessore alle attività produttive del Comune di Firenze, Andrea Vannucci, assessore al Welfare del Comune di Firenze, Sara Funaro, assessore all’educazione e il direttore di Confcommercio Toscana Franco Marinoni, che hanno dato il loro pieno appoggio all’iniziativa”.

“Questo è un periodo difficile per tutti – hanno detto gli assessori Vannucci e Gianassi – ma è ancora più difficile per coloro che sono malati e per le loro famiglie. Per questo ringraziamo l’ATT per l’impegno che mette nel seguire le cure domiciliari dei malati di tumore e ringraziamo gli operatori del Mercato di Sant’Ambrogio che malgrado il periodo di emergenza coronavirus non dimenticano il valore della solidarietà”.

“Ci mettiamo molto volentieri al servizio di questa bella iniziativa”, dice il presidente del consorzio del Mercato di Sant’Ambrogio Luca Menoni, “siamo sicuri che i fiorentini dimostreranno il loro grande cuore. Il nostro mercato è aperto al pubblico, per la parte che riguarda il dettaglio alimentare, e ogni giorno facciamo anche consegne a domicilio a tantissime famiglie. Per questo abbiamo dato la disponibilità, come volontari, ad effettuare per conto dell’ATT questa raccolta di fondi attraverso le uova pasquali e cioccolatini”.

I prodotti sono distribuiti a fronte di un’offerta che sarà interamente destinata a favore dell’Associazione Tumori Toscana, che dal 1999 cura gratuitamente a domicilio, h 24 tutti i giorni dell’anno, i malati di tumore, grazie un’équipe polispecialistica composta da medici, psicologi, infermieri ed operatori sociosanitari.