fbpx

Ecco le valutazioni quartiere per quartiere. Tra le richieste principali: spazi verdi, sicurezza, piste ciclabili

Firenze, 23 novembre 2020 – Una Firenze policentrica e verde con servizi di vicinato efficienti, potenziamento del sistema tramviario, un grande parco fluviale da vivere e uno ‘scudo verde’ per migliorare la qualità dell’aria e ridurre l’impatto del traffico. Ma anche la richiesta di più piste ciclabili e le esigenze di maggiore sicurezza e minore inquinamento acustico legato a movida, turismo e aeroporto, in un quadro di alta soddisfazione per la qualità della vita, specie nei quartieri 2, 3 e 4. È il quadro che emerge dalle valutazioni e dai desideri espressi dai cittadini attraverso la campagna di ascolto on line ‘Firenze prossima’ lanciata il 1 ottobre scorso e che ha visto circa 7500 risposte. I dati tematici sono contenuti nel secondo report redatto da Agenzia Lama, che riporta le risposte dei cittadini su temi da approfondire anche in vista dell’adozione del nuovo Piano operativo.

Durante il periodo di lockdown totale, la città ha sperimentato l’importanza dei servizi di vicinato e della struttura a rioni proiettando la città policentrica come tema centrale del post-pandemia. Firenze prossima ha quindi sondato la soddisfazione dei cittadini sui servizi di prossimità: i Quartieri 2, 4 e 5 risultano essere i più soddisfatti della qualità dei servizi essenziali (sanitari, scolastici, commerciali), con il giudizio migliore sui servizi sanitari che arriva dal Quartiere 5 (77% di soddisfatti), dove si trova il distretto sanitario più grande della città. In tutti i quartieri si osserva un’ottima distribuzione di farmacie (oltre il 90%), fermate del bus (87-94%), negozi di generi alimentari ed edicole (79-84%). Il Quartiere 2 risulta avere la maggiore disponibilità di impianti sportivi nel raggio di 10 minuti (61%); mentre sui servizi all’infanzia è il Quartiere 4 ad avere la maggiore presenza e la distribuzione più capillare (61%). Tra i servizi meno disponibili sono segnalati: più impianti sportivi nel Q1, teatri nel Q2, più uffici comunali nel Q3, più teatri e cinema nel Q4 e più biblioteche nel Q5. In tutti i quartieri, ad eccezione del Q1, si segnala la necessità di locali notturni per i giovani.

Per quanto riguarda la presenza di aree verdi, nei Quartieri 2, 3 e 4 i soddisfatti raggiungono percentuali alte, rispettivamente del 78%, 86% e 89%. Le richieste di interventi per nuove aree verdi e forestazione urbana riguardano invece nel Quartiere 1 le zone di San Marco, San Lorenzo e Santa Maria Novella; e nel Quartiere 5 le aree di Novoli e Rifredi. Alla richiesta di indicare un luogo preciso dove intervenire per creare nuove aree verdi, i più citati sono nel Q1 piazza del Carmine, piazza Indipendenza e largo Annigoni; mentre nel Q5 riguardano in particolare piazza Leopoldo, piazza Dalmazia e via Baracca.

In tema di sicurezza, i cittadini dei Quartieri 2 e 3 esprimono il maggior grado di soddisfazione (66%), seguiti dal Q4 (58%); mentre la soddisfazione cala al 46% nel Q1 e al 44% nel Quartiere 5. Tra le proposte per migliorare il livello di sicurezza percepito, i rispondenti chiedono principalmente maggiori controlli delle forze dell’ordine e delle polizia municipale (51%), miglioramento dell’illuminazione (13%) e più telecamere (11%). In tema di accessibilità e barriere architettoniche, la soddisfazione più alta si registra nel Q4 (65%), seguito da Q2 (61%), Q3 (60%), Q5 (55%) e Q1 (51%). Le richieste riguardano soprattutto la manutenzione dei marciapiedi per favorire il passaggio di carrozzine per disabili e passeggini per bambini. Le aree più segnalate per la manutenzione in generale (marciapiedi, strade, ciclabili) sono: la zona di Santa Croce per il Q1, Le Cure e Campo di Marte per il Q2, Gavinana e viale Europa per il Q3, Isolotto e Soffiano per il Q4 e l’area intorno alla stazione di Rifredi per il Q5.